Virus delle piante, info e consigli

virus delle piante virosi

Virus delle piante: come curare le più comuni virosi delle piante e come imparare a riconoscerle. Dagli ortaggi alla frutta. L’elenco dei virus delle piante più diffusi in Italia.

E’ impossibile fare un elenco completo dei virus che attaccano piante da frutto, verdure e ortaggi. L’elenco vedrebbe migliaia di nomi e ancora più numerosi sintomi. In questa pagina avrete solo una panoramica generale su quelli che sono i virus che attaccano le piante dell’orto e del frutteto.

Virus del mosaico

Tra i virus delle piante più comuni segnaliamo il virus del mosaico che attacca pomodori, cavolfiori, piante da frutto (pesche, mandorle, ciliegie…), angurie, cetriolo… Anche solo con il termine virus del mosaico, infatti, facciamo riferimento a una grande varietà di virus delle piante. Per tutte le informazioni vi rimandiamo alla pagina: virus del mosaico.

Virus delle piante, sintomi

virus si comportano come parassiti e usano la cellula ospite per riprodursi e completare il loro ciclo biologico. Quando un virus penetra nella cellula vegetale scavalcando anche la parete cellulare, causa diverse turbe metaboliche che influenzano negativamente la crescita e la produttività della pianta. I danni che i virus causano alla pianta sono molteplici, ecco i più importanti:

  • Alterazione del processo fotosintetico (la pianta smette di crescere).
  • Aumento della respirazione cellulare (se le cellule vegetali eseguono la respirazione, non eseguono la fotosintesi e quindi la pianta non cresce!).
  • Riduzione degli ormoni responsabili della crescita delle piante (per esempio, diminuzione della sintesi di auxine).
  • Alterazione del metabolismo dei carboidrati (accartocciamento delle foglie e di altri tessuti colpiti).

Come è chiaro, una pianta colpita da un virus avrà uno sviluppo ridotto e presenterà evidenti sintomi su foglie, steli e frutti. I sintomi più evidenti della presenza di un virus possono essere:

  • Alterazioni dell’intera pianta, con nanismo o gigantismo.
  • Foglie accartocciate.
  • Foglie arricciate.
  • Foglie ingiallite.
  • Foglie alterate, quindi con arrossamenti, bronzature, striature, rotture di colore…
  • Comparsa di zone necrotiche.
  • Comparsa del mosaico, cioè di maculature biancastre, giallastre o verde chiaro che risaltano sul colore di fondo, così come evidente nella foto mostrata nell’articolo dedicato al virus del mosaico.
  • Alterazione della forma dei frutti e dei fiori (deformazioni, torsioni, sviluppo di masse neoplastiche, accrescimento irregolare…).
  • Rami e fusti alterati (getti soprannumerati, deformità…).

Come curare i virus delle piante

Purtroppo non è possibile curare le piante infette perché non esistono prodotti specifici.

A livello scientifica si sta cercando di individuare ceppi virali positivi che, inoculati nelle piante, siano in grado di contrastare i “virus cattivi”. Purtroppo, però, quella lotta è ancora molto lontana dai nostri orti.

Dato che non esiste una cura specifica per i virus delle piante, è importante eseguire un’attenta profilassi atta a prevenire la comparsa dei virus.

Se non esiste cura e l’unico metodo è la prevenzione, se un virus è già presente nel nostro giardino, come dobbiamo comportarci? 

Esiste una profilassi per contrastare le virosi delle piante ma quando un ortaggio o una pianta è già colpita, è necessario:

  • Distruggere le piante infette che non possono finire nella compostiera ma devono essere smaltite adeguatamente o bruciate.

Come prevenire le virosi delle piante

La vera cura alle virosi delle piante è la prevenzione. In particolare, per prevenire i virus delle piante è possibile:

  • scegliere varietà resistenti ai virus (innesti o semi certificati).
  • Eliminare sempre tutte le piante infestanti.
  • Eseguire la profilassi per prevenire l’attacco di afidi o altri insetti parassiti (gli insetti sono i vettori delle malattie delle piante).
  • Eseguire le potature, arieggiare le coltivazioni e rispettare la distanza necessaria tra una pianta e l’altra.
  • Eseguire la lotta contro tutti gli organismi patogeni (cocciniglie, insetti parassiti) che si comportano da vettori di virosi.
  • Disinfettare il terreno con il vapore o la tecnica del pirodiserbo. I virus possono rimanere attivi nel terreno. Per tutte le informazioni sul trattamento di sterilizzazione del terreno vi rimandiamo all’articolo “rimedi per erbe infestanti“, il pirodiserbo, infatti, è una tecnica molto usata anche per eliminare le erbacce dall’orto e impedirne la crescita.
  • Disinfettare gli attrezzi da lavoro, molti agronomi affermano che basta usare acqua e sapone ma c’è chi consiglia l’impiego di una soluzione di acido cloridrico al 10%.
  • Rispettare le consociazioni nell’orto e la rotazione delle colture.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 marzo 2017