Verniciare elettrodomestici, la guida

come verniciare elettrodomestici

Come verniciare elettrodomestici: smalto speciale, verniciatura a pennello o spray. Istruzioni per rimettere a nuovo un frigorifero o altri elettrodomestici.

Non solo elettrodomestici, in questa guida vedremo anche come verniciare la vasca da bagno e i termosifoni.

Smalto per elettrodomestici

Innanzitutto vi diciamo che esiste uno smalto per elettrodomestici quindi se cercate una vernice per il frigorifero dovrete puntare a prodotti tecnici appositamente formulati!

Gli smalti che troviamo in commercio sono sostanzialmente di due tipi, ad acqua e a solvente, per verniciare gli elettrodomestici (frigorifero, lavatrice, forno…) vi sono vernici apposite ma attenti alle emissioni! Lo smalto, soprattutto se a solvente, emette grandi quantità di composti organici volatili, quindi prima di reintrodurre l’elettrodomestico in uno spazio chiuso, lasciatelo in un locale ben arieggiato o all’aperto.

In commercio esistono pitture specifiche per gli elettrodomestici sia a base d’acqua sia a solvente, se siete indecisi tra queste due diluenti, potete scegliere leggendone le differenze, i vantaggi e gli svantaggi d’uso, a questo indirizzo: smalto ad acqua o smalto a solvente.

Lo smalto per elettrodomestici è formulato per ripristinare la smaltatura originale del vecchio dispositivo, si applicando direttamente sul supporto e possono andare a verniciare anche le componenti in plastica. Scegliete uno smalto specifico a base d’acqua, soprattutto se l’elettrodomestico da verniciare è un frigorifero, un forno o qualsiasi dispositivo che entrerà in uno spazio a stretto contatto con l’uomo.

Se volete dare un look più moderno al vostro frigorifero o all’elettrodomestico di turno, potete puntare a prodotti spray come la vernice spray per elettrodomestici Pinty Plus Techè formulata per le superfici poco porose e impermeabili come quella degli elettrodomestici. Con un solo flacone è possibile ottenere la resa di 2 m². Lo spray citato è “color acciaio” più raro da trovare in commercio: sul mercato, i prodotti per verniciare un frigorifero o altri elettrodomestici, sono generalmente bianchi o bianco ghiaccio.

Se dovete fare solo dei piccoli ritocchi negli angoli o in zone più colpite dall’usura, il mercato offre penne o apposite vernici stick.

Come verniciare elettrodomestici

La preparazione del fondo è una fase importante quanto la verniciatura in sé. Pulite l’elettrodomestico a fondo, eliminate qualsiasi traccia di grasso o sporco.

  • – Pulizia profonda

Per la pulizia, gli esperti consigliano una soluzione di acqua e ammoniaca da passare con uno straccio pulito per poi risciacquare con accuratezza.

  • – Carteggiare

Asciugate l’elettrodomestico da pitturare, carteggiate con carta abrasiva a grana 240 (carteggiate con molta delicatezza) e rimuovete la polvere liberata in questa fase.

  • Smalto

Per una migliore resa dello smalto per elettrodomestici, questo dovrà essere agitato molto bene prima dell’uso: mescolate con una bacchetta in grado di raggiungere il fondo del barattolo di vernice.

  • – Da dove iniziare

Iniziate a verniciare l’elettrodomestico partendono dagli angoli o dai piccoli dettagli; per esempio, nel frigorifero, se la parte più bassa o più alta, presenta un pannellino, partite da lì!

  • – Verniciare con rullo o pennello

Negli angoli e per i piccoli ritocchi, usate un pennello mentre sulle superfici che lo consentono, usate un piccolo rullo per smalti. Il rullo consente di ottenere un risultato più uniforme evitando il rischio di lasciare i segni delle pennellate.

Soprattutto se lo smalto usato e ad acqua, il pennello può lasciare tracce (lo smalto ad acqua si asciuga molto velocemente), in questo caso un piccolo rullo è la soluzione ideale per ottenere il risultato migliore con il minimo sforzo.

Come usare il rullo per verniciare elettrodomestici?

Intingete il rullo nella pittura e stendetela in modo uniforme; aiutatevi con l’apposita vaschetta da rullo per eliminare la vernice superflua e smaltare l’elettrodomestico al meglio.

Lo smalto va passato dall’alto verso il basso per poi incrociare il gesto andando a verniciare da sinistra verso destra.

Dopo la prima mano, attendete l’essiccazione completa dello smalto (i tempi di attesa sono generalmente indicati sulla confezione). Anche se i tempi di asciugatura non superano mai le 24 ore, è necessario attendere circa 20 giorni per ottenere la resistenza ottimale dello smalto; durante questo periodo, evitate di sollecitare l’elettrodomestico, evitate lavaggi, urti o qualsiasi contatto brusco.

Se ciò che volete verniciare sono i caloriferi, vi consiglio di leggere la guida Come verniciare il termosifone.

Rivestire gli elettrodomestici

Volete verniciare un frigorifero? In alternativa alla verniciatura, prendete in ipotesi l’idea di rivestire il frigorifero o il vecchio elettrodomestico in questione! In commercio vi sono apposite pellicole adesive nate per rivestire gli elettrodomestici con pochi sforzi, sia economici, sia in termini di manodopera.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 luglio 2016