Come fare un vaso con un tronco

come fare vaso con tronco

Come fare un vaso con un tronco: istruzioni, passo dopo passo, per realizzare un vaso fai da te con un tronco di legno. Guida semplice e alla portata di tutti.

Un vaso di legno può essere un elemento di grande impatto estetico per l’arredo del giardino. Realizzare un vaso in legno non è difficile quando si sfruttano i tronchi ancora integri degli stessi alberi.

Come fare un vaso con un tronco

Un vaso in legno è una buona alternativa alla plastica o alla terracotta. Offre una messa a dimora naturale e perfetta per diversi tipi di piante, tra quelle più adatte vi segnaliamo i semprevivum.

Cosa occorre?

  • Un tronco dal diametro di circa 30 cm
  • Scalpello e sgorbia
  • Sega a dorso
  • Terriccio
  • Piante da mettere a dimora

Nota bene: la profondità dell’incavo ricavato nel tronco deve essere adeguata alle esigenze delle piante. Per i semprevivum basta ricavare un for dalla profondità di 4 – 6 cm: queste piante crescono in natura nelle crepe delle pietre e negli incavi dei tufi, hanno bisogno di pochissimo terriccio per prosperare. Le piante semprevivum hanno un basso fabbisogno idrico, vi consigliamo di scegliere piante poco esigenti d’acqua così da proteggere (per quanto possibile) il tronco di legno dall’umidità e dal marciume.

Per piante più esigenti sarà necessario ricavare uno scavo più profondo e, per proteggere l’apparato radicali dai ristagni idrici, è possibile predisporre uno strato drenante ponendo sul fondo un paio di centimetri di argilla espansa.

Nel fare il vaso di legno non dimenticate di aprire un piccolo canaletto di scolo per il deflusso dell’acqua. Per il foro di scolo non avete bisogno di un trapano con micce lunghissime… vi basterà usare una sega per ricavare un canale laterale in grado di consentire il deflusso dell’acqua.

Ecco come procedere per trasformare un tronco in un vaso di legno:

1) Impugnate lo scalpello e, aiutandovi con il martello a testa gommata, iniziate a delimitare il bordo dell’incavo sulla superficie del tronco.

2) Il bordo dello scavo va delimitato a circa 5 cm dal margine del tronco. Con lo scalpello, lavorate con molta pazienza e cercando di tagliare il fondo scalpellando in parallelo con i bordi ottenuti. Continuate in questo modo fino a ottenere la profondità desiderata.

3) Con la sega a dorso, realizzate un taglio sul margine del tronco, questo taglio rappresenta il vostro canale di scolo.

4) Disponete, sul fondo del vostro incavo, il terriccio e procedete con la messa a dimora delle piante scelte. Dopo il trapianto, assicuratevi di riempire gli spazi vuoti tra le piantine con altro terriccio. In alternativa, potete disporre della ghiaia o delle pietre decorative per migliorare l’aspetto del vaso.

5) Terminate l’impianto con una leggera irrigazione.

Per scegliere al meglio le specie da coltivare nel vaso di legno ricavato da un tronco, vi segnaliamo alcune piante che necessitano di poco terriccio e a bassa manutenzione:

  • Ajuga reptans
  • Ophiopogon planiscapus ‘Nigrescens’
  • Phyla nodiflora
  • Mazus reptans
  • Isotoma fluviatilis
  • Ceratostigma plumbaginoides
  • Erodium variabile
  • Erigeron karvinskianus
  • Stachys byzanthina
  • Trifolium repens
    Vi sono varietà ornamentali con foglie variegate e violacee.
  • Oenothera speciosa
  • Leucophyta brownii
  • Dianthus
  • Sedum
    Le varietà tappezzanti, oltre ad arricchire la zona del terriccio, finiranno per ricoprire l’intero tronco con parti verdi pendenti.
  • Sempervivum
    Quello del semprevivo è un genere composto da 40 specie di piante succulente (piante grasse) della famiglia delle Crassulaceae. Necessitano di poca acqua e preserveranno l’integrità del vostro vaso fai da te con tronco di legno.
  • Fragraria
    Potete coltivare anche le fragole rifiorenti.

Nel vaso di legno ricavato dal tronco potete mettere a dimora delle Bulbose avendo l’accortezza di cambiare bulbo a ogni variazione di stagione così da avere sempre un tronco fiorito.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 agosto 2016