Trasferire denaro in un attimo con Jiffy

Trasferire denaro Jiffy

Jiffy, che significa ‘attimo’, è il sistema per trasferire denaro in tempo reale che si usa come WhatsApp dal cellulare. Una App associa il codice IBAN del conto corrente al numero telefonico dei propri contatti e permette di inviare e ricevere bonifici con lo standard europeo SEPA tramite smartphone e tablet.

Jiffy è stato presentato da SIA, leader europeo nei servizi tecnologici dedicati a banche e istituzioni finanziarie, in occasione del SIA EXPO 2014 a Milano.  È il primo WhatsApp dei pagamenti in Europa e annuncia una rivoluzione nei trasferimenti di denaro per pagamenti di piccoli importi (il conto pagato al ristorante, la quota per il regalo all’amico, la paghetta…) in modalità person to person.

Come funziona Jiffy? Chiaramente serve essere titolari di un conto corrente in una banca che aderisce al servizio, o in alternativa avere una carta prepagata di una di quelle banche. Poi ci si registra attraverso l’home banking dell’istituto mettendo a disposizione il numero di cellulare da utilizzare per trasferire denaro. Il sistema associa il codice IBAN del proprio conto al numero di telefono e abilita a scaricare la App di Jiffy in cui si digitano le proprie credenziali.

La comodità di Jiffy è che funziona proprio come WhatsApp o simili: si visualizza la rubrica personale del proprio smartphone, si seleziona il destinatario, si inserisce l’importo, un eventuale messaggio di testo e si completa l’operazione cliccando invio. Se il destinatario è a sua volta registrato a Jiffy (lo si capisce da un’icona accanto al numero come per WhatsApp) il denaro inviato sarà accreditato con bonifico real time sul suo conto corrente. Se invece non è ancora registrato, riceverà un invito a registrarsi per poter ricevere la somma.

Quali smartphone si possono usare? Il sistema Jiffy per trasferire denaro funziona già su sistemi operativi Android, iOS e Windows 8. Presto sarà disponibile anche per BlackBerry.

Quali banche aderiscono al servizio? Al momento del lancio, Jiffy è stato adottato da UBI Banca con una fase di test negli sportelli della città di Bergamo; a breve UBI estenderà il servizio a tutte le banche del Gruppo. SIA ha annunciato che in lista d’attesa ci sono altri otto istituti di credito (tra cui IntesaSanpaolo ndr) che assieme rappresentano una quota di mercato del 60% circa dei conti correnti in Italia.

Ci sono commissioni da pagare? Su questo non ci sbilanciamo per il momento, le informazioni che abbiamo non ce lo consentono. Nel caso siate interessati, informatevi bene presso la vostra banca.

Pubblicato da Michele Ciceri il 14 ottobre 2014