Torta profiteroles

torta profitterol

Torta profiteroles: ricetta e consigli per ottenere risultati impeccabili. Crema da usare per i bignè e diverse tipologie di glassa per soddisfare ogni palato.

Conosci la torta profiteroles? Si tratta di una ricetta un po’ più complessa di quella che potresti seguire per poter realizzare i “soli” profiteroles, ma che con un pizzico di impegno ti permetterà di poter gustare (e far gustare!) una torta davvero originale, in cui oltre ai deliziosi bignè troverai strati di pasta foglia e crema pasticcera. Insomma, un dolce fantastico, con il quale potrai arricchire la fine del tuo pasto insieme ai tuoi cari.

Ma come prepararla?

Ingredienti per fare la torta profiteroles

Ipotizziamo di voler realizzare una buona torta profiteroles per una decina di porzioni. Per far questo, procurati:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare apposita per torte, che puoi acquistare facilmente al supermercato;
  • 15 bignè da riempire, e che costituiranno il cuore della nostra torta ai profiteroles;
  • 50 grammi di cioccolato bianco;
  • crema pasticcera;
  • 100 grammi di cioccolato fondente;
  • granella di nocciole.

Se hai recuperato tutti gli ingredienti e sei pronto a sporcarti un po’ le mani con questa ghiotta ricetta, non devi far altro che leggere le righe che seguono!

Se vuoi preparare in casa anche ibignè per i profitterol, puoi sfruttare la ricetta che trovi nell’articolo dedicato ai profiteroles al limone.

Preparare la torta profiteroles

Iniziamo dalla base… nel vero senso della parola. Comincia dunque con il ricavare da un rotolo di sfoglia rettangolare 2 strati di sfoglia di circa 15×25 centimetri. Bucherella le sfoglie con i lembi di una forchetta e poi metti nel forno a 200 gradi per circa 10 minuti. Intanto, prepara la crema pasticcera e lascia raffreddare il tutto.

Dopo la pasta sfoglia, prepara i bignè ripieni (profitterol)

Superato questo primo scoglio, occupiamoci dei bignè. Ovviamente, puoi realizzare i bignè da solo, partendo dalle materie prime di base che ti consentiranno di crearli in maniera più rudimentale, da zero, oppure li puoi comprare direttamente al supermercato. È evidente che la prima soluzione sarebbe da preferire, ma se non hai sufficiente dimestichezza, puoi pur sempre ripiegare per la versione già pronta.

Sforna dunque gli strati di sfoglia che dovresti aver lasciato nel forno e sistemali su una gretella per dolci per far raffreddare completamente la pasta. Prendi i bignè e farciscili con la crema pasticcera, per poi ricoprirli con la glassa al cioccolato fondente. Usando una sac a poche, tagliata a circa 2-3 cm, ricopri il primo stato di sfoglia con la crema pasticcera a ciuffi.

Se non vuoi usare la sac a poche, il risultato potrà essere comunque identico spalmando uno strato di crema pasticcera sotto ai profiteroles: si tratta di una modalità meno elegante rispetto alla prima, ma che potresti usare per correre ai ripari se ti manca lo strumento di cui sopra. Ripeti l’operazione anche per il secondo strato, e successivamente sistema i profiteroles glassati. Per altre idee per la glassa dei profitterol al limone ti rimando alla pagina:glassa profitteroles.

Torta profiteroles al cioccolato

Fatto ciò, a questo punto non ti rimane altro da fare che decorare la superficie della tua torta profiteroles con altro cioccolato bianco, aiutandoti ancora con la sac a poche con un taglio ancora più ristretto, in maniera tale che il filo di cioccolato che fuoriuscirà sia ancora più sottile. Cospargi la superficie con della granella di nocciole per completare il tutto.

Come risulta evidente dalle righe che abbiamo voluto condividere, molti passaggi della nostra ricetta possono essere “saltati” andando a comprare alcuni componenti già pronti al supermercato. Se tuttavia hai le giuste conoscenze per poter intervenire in prima persona con la creazione da “zero” di tutti gli ingredienti, è sicuramente preferibile far da sé (pensa ai bignè, o alla pasta sfoglia: puoi acquistarli già pronti o realizzarli a casa).

Insomma, come ogni ricetta che abbiamo il piacere di condividere, anche in questo caso val la pena rammentare che molto sarà lasciato alla tua abilità, alle tue conoscenze, alle tue competenze in cucina e all’obiettivo che vuoi raggiungere.

Prova pertanto a comprendere quale soluzione potrebbe essere la più adatta per te, e cerca di agire sempre con la massima creatività per poter personalizzare la ricetta e renderla utile e declinata ai tuoi scopi. Siamo certi che i risultati ti stupiranno, e sorprenderanno tutti coloro i quali avranno la fortuna di assaporare il tuo dolce con i profiteroles!

Pubblicato da Anna De Simone il 14 Aprile 2019