Termiti del legno: usate l’acido borico

Termiti del legno

Contro le termiti del legno che riducono il polvere travi, mobili e tronchi sono un buon rimedio le esche a base di acido borico che potete prepararvi da soli. L’acido borico è reperibile in farmacie e parafarmacie, d’altro serve soltanto un po’ di latte condensato.

Preparazione delle esche. Versate l’acido borico in un recipiente (meglio se plastica e non di metallo) e aggiungete il latte condensato mescolando con un cucchiaio fino a quando non otterrete una miscela morbida e omogenea da poter manipolare con le mani.

Fatto l’impasto, infilatevi dei guanti di lattice o di plastichina e modellate con le dita delle palline di 1 cm circa di diametro anche più piccole: saranno queste le vostre esche per termiti che posizionerete nei punti da dove serve scacciarle, preferibilmente in prossimità del nido.

Le termiti del legno saranno attirate dall’odore del latte condensato, si avvicineranno alle esche e cominceranno a mangiarle. L’acido borico, che è un comune antisettico domestico ma è letale per le termiti, agirà come un insetticida ma senza gli inconvenienti delle sostanze tossiche contenute nei vari spray e prodotti in polvere.

L’efficacia delle esche non dipende tanto dalla quantità di acido borico che le termiti operaie riescono a ingurgitare, quanto da quella che riescono a trasportare all’interno della tana a disposizione della regina. È in questo modo che la colonia potrà essere debellata.

Di termiti del legno ce ne sono due tipi: quelle vere e proprie del legno, che sono visibili e lasciano tracce di segatura e buchi nel legno al loro passaggio, e quelle sotterranee che invece vivono nella terra, non si vedono se non quando hanno già fatto il danno, e attaccano in modo irreparabile travi e strutture in legno ma anche il tronco degli alberi.

A  proposito degli alberi, va detto che le termiti del legno (soprattutto quelle sotterranee) svolgono l’importante funzione naturale di ‘demolire’ gli alberi morenti quando sono troppo vecchi o indeboliti da malattie o attacchi fungini. Più raramente attaccano alberi sani, ma quando ciò accade possono sbriciolare l’interno del tronco prima ancora che dall’esterno ci si accorga della loro presenza.

Poiché le termiti del legno si cibano e sono ghiotte di cellulosa, un sistema empirico molto semplice per verificare la loro presenza è quello di posizionare dei pezzetti di cartoncino bagnato nei punti sensibili. Se le termiti ci sono non riusciranno a resistere.

L’acido borico può essere usato anche contro le formiche, per le quali ci sono però anche altri rimedi.

Pubblicato da Michele Ciceri il 2 ottobre 2014