Tanzania, tra fauna selvatica e mare

Se state progettando una vacanza in famiglia, questa è l’itinerario giusto: avventure, spiagge, safari ma anche tanta tranquillità e relax. L’itinerario ecologico che vi presenteremo è stato studiato con cura per mostrare ai visitatori gli incredibili contrasti che offre la Tanzania: dai monti dell’Usambara, coperti di lussureggianti foreste alle spiagge esotiche di Zanzibar, ricche di palme e noci di cocco.

L’itinerario si apre all’insegna del relax, con passeggiate presso i monti dell’Usambara così da farvi esplorare la ricca biodiversità offerta dalle foreste locali. Avrete a vostra disposizione una guida locale che vi accompagnerà fino al belvedere dell’Irente, una località che ogni anno attira numerosi visitatori per la vista mozzafiato. Dal belvedere si godrà la vista spettacolare della pianura Maasai. Dopo l’inizio in tranquillità, il tour attraverso la Tanzania si fa più avventuroso. Si passa quindi alla località dell’Arusha dove inizierà un safari di 4 giorni. Anche in questo caso avrete una guida personale che vi mostrerà gli incredibili paesaggi e la ricca fauna locale: leoni, ghepardi, elefanti, giraffe, ippopotami, zebre e se siete fortunati, magari incontrerete anche il prestigioso rinoceronte nero.

Dopo il safari, sarà la volta di Zanzibar per trascorrere alcune notti nell’esotica Stone Town. La località è famosa per il cosiddetto “palazzo del Sultano” dove un tempo avveniva la celebre “tratta degli schiavi”. Da qui sarà possibile spostarsi nel bosco di Jozani, dove sarà possibile vivere avventure a stretto contatto con le rare scimmie rosse che giocano tra gli alberi.

La vacanza naturalistica in Tanzania, è iniziata all’insegna del relax e terminerà in tutta tranquillità. Gli ultimi giorni del viaggio saranno trascorsi sulla costa orientale di Zanzibar, dove sarà possibile godere di un mare turchese, spiagge bianche incorniciate da una miriade di palme.

Cosa rende questo itinerario sostenibile? Quello appena descritto è un tipico esempio di turismo responsabile. I programmi sono interamente gestiti dalla popolazione locale e tutti i proventi saranno devoluti alle comunità locali. Gli alloggi utilizzati sono hotel gestiti da gente del luogo e non da multinazionali estere. I cuochi, le guide e gli autisti sono del posto e questo vi garantirà un’esperienza autentica. I viaggiatori in tal modo entreranno a stretto contatto con le realtà del luogo e potranno esplorare i locali tipici e capire le tradizioni delle tribù africane.

La vacanza naturalistica ha una durata di 15 giorni e il prezzo è di 2432 £ e include alloggio, trasferimenti, ticket per i parchi, safari e tutte le escursioni. Si tratta di turismo responsabile e non a caso è stato sponsorizzato dal portale “responsibletravel.com”, specializzato nel proporre viaggi di turismo responsabile.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 febbraio 2012