Smart, la bici

Ha fatto il suo debutto sul mercato a partire dallo scorso luglio ma sono molti i dubbi che si hanno circa la bici elettrica Smart. Vediamo di fare un po’ di chiarezza.

Niente bollo, assicurazione o targa. Niente manutenzione o carburante!
Pur essendo un veicolo a trazione “assistita”, la bici Smart non necessità di bollo, assicurazione o altro. Inoltre la praticità dei suoi componenti non impone alcuna particolare manutenzione, anzi, una bici convenzionale potrebbe richiedere maggior manodopera.
Quando si dovrà cambiare la betteria? La batteria inizierà a perdere qualche colpo solo dal terzo anno di vita del veicolo.

Via le catene
La bici Smart abbandona la vecchia catena metallica e abbraccia una cinghia dentata in carbonio. 118 denti che conducono alla meta in estrema sicurezza. La cinghia dentata non è solo più sicura ma non richiede manutenzione, ne’ lubrificazione (non sporca!), è silenziosa, pesa solo 80 grammi e arricchisce il look dell’ebike.

Il motore
Il motore elettrico della bici Smart mette a disposizione quattro livelli nella modalità trazione. In tal modo, la pedalata assistita sarà regolata dall’utente. Il motore elettrico da 250 Watt consente di raggiungere, secondo i limiti di legge imposti in Italia, una velocità massima di 25 km/h. Il motore elettrico equipaggiato dalla bici Smart alloggia nel mozzo della ruota posteriore, è un BionX brushless e come la cinghia non richiede alcuna manutenzione. Il motore ha una coppia massima di 35 Nm.
Dubbio: è possibile guidare la bici Smart come una semplice bicicletta? Certo, basterà disattivare tutti i livelli di pedalata assistita.

Fin dove può arrivare Smart eBike
Con la sua potenza da 423 Wh, la batteria agli ioni di litio è in grado di garantire un’autonomia massima di 100 chilomtri. La batteria è perfettamente integrata nel telaio e funge da contrappeso ideale al motore che, come accennato, è collocato nella ruota posteriore. La bici Smart può spingersi oltre i 100 chilometri, garantisce fino a 100 chilometri in pedalata assistita ma disattivando questa modalità il ciclista potrà arrivare ovunque.

I tempi di ricarica
La batteria si ricarica fino all’80% in circa tre ore, per raggiungere una ricarica completa occorrono invece 5 ore. La batteria pesa 3,3 kg e garantisce 500 cicli completi e una capacità residua minima dell’80% per almeno due anni.

Per il pilota
La bici Smart è equipaggiata di un dispay base che consente di gestire le funzioni standard come il chilometraggio parziale, l’energia residua, l’intensità luminosa dei fari, la velocità… Il motore elettrico può essere attivato solo quando il display di base è equipaggiato, pertanto, la semplice rimozione di questo dispositivo, quando si parcheggia la bici Smart, può fungere da antifurto.

Il pilota/ciclista, può contare anche di applicazioni più sofisticate, sviluppate appositamente per iPhone. In questo caso bisognerà equipaggiare l’ebike Smart con un supporto ad hoc. Dall’autunno 2012 è disponibile la smart ebike App e grazie al supporto sarà possibile utilizzare lo smartphone durante la marcia o addirittura ricaricarlo con l’interfaccia USB di serie.

Cosa trasporto?
 La bici Smart pesa 26,1 kg e può trasportare un carico massimo di 114 kg, inclusi i bagagli.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 12 gennaio 2013