Segugio Finlandese

segugio finlandese

Segugio Finlandese, un cane che dalla penisola scandinava fatica a farsi conoscere nei Paesi del su Europa, infatti in Italia non è presente, se non in pochissimi esemplari. Originario della Finlandia, appartiene al gruppo dei segugi e dei cani per pista di sangue, ha una taglia media e una struttura corporea piuttosto leggera, inscrivibile in un rettangolo. Scuro ma non certo nero, il pelo del Segugio Finlandese è piuttosto corto, “comodo” per un cane che è atletico e veloce.



Segugio Finlandese: caratteristiche

Da adulto, se maschio, il Segugio Finlandese arriva anche ad una altezza di 50 cm al garrese che scende a 45 per le femmine, il suo corpo è piuttosto allungato senza diventare troppo esile, lo si può definire però di conformazione leggera. Gli arti sono perfettamente in appiombo, muscolosi e forti, la sua andatura è infatti rapida e disinvolta, da cane che non ha problemi a fare sforzi.

La coda del Segugio Finlandese è lunga e portata a sciabola, il muso e la testa tutta, sono invece quelli classici dei sugugi, dallelinee morbide ma affusolate, dalle dimensioni in equilibrio con il corpo. Le mascelle forti si assottigliano poi verso il muso vero e proprio che termina con il tartufo nero e dalle narici ben aperte.

Le orecchie di questo cane sono arrotolate verso le punte, per il resto ricadono piatte lungo il cranio, con una lunghezza media e una attaccatura all’altezza degli occhi. Scuri e particolarmente espressivi, gli occhi sono incassati nelle orbite, hanno la forma a mandorla e lo sguardo è coraggioso e sveglio.

I colori del mantello sono vari ma c’è sempre lo sfondo nero, con macchie che possono essere di varie tinte, dal bruno al acajou, di solito posizionate sulle labbra, sulle guance, alla gola, sul petto, agli occhi e sulle zampe. Il Segugio Finlandese ha il sottopelo 12 mesi all’anno viste le temperature del Paese da cui proviene, è lungo da 2 cm ma anche 5 cm sul dorso sul collo e sulla coda.

segugio finlandese

Segugio Finlandese: allevamento in Italia

Come prevedibile, non ci sono allevamenti di Segugio Finlandese nel nostro Paese e anche in altri Stati confinanti è difficile trovare che tiene questa razza, forse perché poco nota. Non vedo altre ragioni vista la sua bellezza e l’indole piacevole.

Segugio Finlandese: carattere

Sa orientarsi come nessun altro Segugio, questo proveniente dalla Finlandia, ed ha un carattere adatto al suo ruolo molto stimato e riconosciuto dai più esperti. Il fiuto è un altro punto forte e chi lo impiega per andare a caccia sa bene che è essenziale.

In passato la pred tipica del Segugio Finlandese era il cinghiale, oggi varia le prede ed è spesso addestrato anche per fare il cane da guardia e da difesa. Anche in questi ruoli eccelle, mentre come cane da compagnia va bene solo per le famiglia atletiche e che lo possono portare a passeggiare nel verde molto spesso. E’ buono di carattere, sa stare calmo e non fare disastri in casa, ma il suo temperamento attivo di natura non gli permette di vivere serenamente chiuso in un appartamento.

segugio finlandese

Cuccioli di Segugio Finlandese

Il nome originario di questa razza è Suomenajokoira, i cuccioli sono molto indipendenti e già di medie dimensioni, con pelo pronto a proteggerli dal freddo. Crescono senza poter purtroppo conoscere le proprie origini visto che nessuno le ha ancora scoperte in modo certo, sicuramente èun cane che esiste da moltissimi anni ma che è rimasto nel territorio dove e nato senza essere “esportato”. Il riconoscimento ufficiale da parte della Federazione Internazionale Cinologica, è infatti arrivato solo dopo la Seconda guerra mondiale.

Segugio Finlandese: prezzo

Tanto è poco noto il cane stesso che indicarne il prezzo sarebbe assurdo, certamente è necessario contattare degli allevamenti finlandesi o qualcuno che abbia contatti con essi, per meglio capire che valore in euro ha il Segugio Finlandese. Possiamo per ora conoscerne i difetti più ricorrenti, come ad esempio i colori fuori standard, l’occhio chiaro, le orecchie portate male, il tartufo depigmentato, il pelo troppo lungo o lungo sulla testa, la coda troppo lunga o troppo corta.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 7 novembre 2016