Come prevenire e cancellare le scritte sui muri

graffiti-scritte-muri

La prevenzione dei danni causati dalle scritte sui muri può essere fatta in modo ecologico senza danni per l’ambiente e per le superfici. Si può  così rispondere in modo eco alle richieste delle soprintendenze e ai regolamenti edilizi di molti comuni che prevedono, nel caso di restauri o ristrutturazioni di facciate, il trattamento dei muri per la protezione dai graffiti e dalle scritte fino a un’altezza di tre metri dal piano stradale.

La prevenzione ecologica anti-graffitari per le scritte sui muri può essere fatta con vernici protettive trasparenti a base di cerea che permettono la rimozione completa del graffito semplicemente con l’uso di acqua calda in pressione e senza danneggiare la tinteggiatura sottostante. Ce ne sono di adatti alla protezione di qualsiasi superficie anche già tinteggiata, acquistabili anche online come quello qui sotto:

Cera anti-graffiti 5 litri

Cera anti-graffiti 10 litri

Le superfici trattate con la cera anti-graffiti possono essere ripulite delle scritte sui muri e nel contempo il prodotto non altera la traspirabilità del supporto, né il colore o l’aspetto estetico. Inoltre, la superficie trattata diventa idrorepellente e fa sì che anche lo smog non si depositi ma venga lavato via più facilmente dall’acqua piovana.

E quando scritte e graffiti danneggiano muri non trattati? Per questa evenienza ci sono i prodotti solventi, che sono generalmente aggressivi per l’ambiente ma in alcuni casi raggiungono un buon compromesso di biodegradabilità. Se la superficie da ripulire è stata preventivamente trattata con un prodotto ceroso, l’operazione di pulizia sarà agevole. In caso contrario, per pulire scritte e disegni lasciati dalle bombolette spray sui basamenti in marmo o ceramica delle abitazioni (più complessa l’operazione sugli intonaci dipinti) si può variare la diluizione. Qui trovate un prodotto detergente anti-graffiti di questo tipo:

Detergente anti-graffiti

Oltre agli imbrattamenti, si possono rimuovere anche i residui lasciati dalle affissioni di manifesti, sempre senza danneggiare il supporto. Con un prodotto detergente di questo tipo, se usato a forte diluizione non serve risciacquo finale.

L’importante nella rimozione dei graffiti dai muri  è scegliere un prodotto non dannoso per l’ambiente applicabile alle scritte sui muri  imbrattati direttamente, e facilmente, con un pennello. Generalmente, per una corretta reazione del prodotto con le scritte sui muri della superficie imbrattata, serve attendere qualche minuto. Poi, senza attendere la completa asciugatura, si possono rimuovere i graffiti mediante lavaggio con acqua calda a 90 gradi alla pressione di 80-100 atm con idropulitrice.

Pubblicato da Michele Ciceri il 12 dicembre 2013