Sapone fatto in casa, la ricetta

sapone fatto in casa
In questa guida vi illustreremo come preparare un sapone fatto in casa, ricorrendo solo ad ingredienti naturali. La preparazione del sapone è semplicissima; l’unica raccomandazione è quella di maneggiare la soda con molta attenzione dato che si tratta di un prodotto altamente corrosivo allo stato liquido.


Sapone fatto in casa, cosa ci occorre

  • 100 grammi di olio di semi di arachidi
  • 50 grammi di olio di mandorle
  • 50 grammi di olio d’oliva
  • 25,7 grammi di soda caustica
  • 60 grammi di acqua distillata
  • Una manciata di cannella in polvere
  • Guanti
  • Occhiali protezione
  • Minipimer
  • formine

Attenzione: nella preparazione, assicuratevi di avere i dosaggi esatti

Sapone fatto in casa, come si prepara

  1. Dopo aver messo i guanti e gli occhiali protettivi, mettete la soda nell’acqua a lasciate che si disciolga tutta
  2. Aggiungete subito dopo, i vari oli, in modo da sfruttare il calore della soda per attivare la saponificazione, poi mischiate con un minipimer: man mano che si mischia, cambierà il colore del composto e la consistenza
  3. Mischiate fin quando non avrete il tipico effetto a “nastro”: basta raccogliere un po’ di composto col minipimer e lasciarlo ricadere, se ci mette un po’ di secondi prima di affondare, significa che è pronto
  4. Aggiungete la cannella in polvere e mischiate ancora per un minuto circa con il minipimer fino a rendere omogeneo il composto.
  5. Fatto ciò, mettete il composto nel contenitore o nelle formine in silicone, avendo cura di sbatterlo per uniformare il composto ed eliminare eventuali bolle d’aria
  6. icoprite poi con della pellicola e un panno e lasciate a riposo
  7. Passate 48 ore, potete togliere il sapone (che si sarà solidificato) dagli stampini ed eventualmente tagliare il sapone (se abbiamo usato un contenitore grande).
  8. Conservate il sapone fatto in casa in un luogo asciutto per almeno 40 giorni
  9. Trascorso questo tempo, sarà pronto per l’utilizzo.

Sapone fatto in casa, raccomandazioni utili

  • Lavare con molta cura tutti i contenitori che vanno a contatto con la soda
  • Se è stato utilizzato qualcosa in legno non si può riutilizzare in cucina per la preparazione dei pasti
  • Evitare contenitori in alluminio, preferire l’acciaio inox oppure il vetro

Sapevate che le saponette avanzate possono essere riutilizzate? Leggi “Come riciclare le saponette avanzate”

Pubblicato da Anna De Simone il 7 maggio 2014