Risparmio energetico, misuratore del consumo elettrico

risparmio energetico

Risparmiare sui consumi energetici significa fare scelte consapevoli e responsabili. Spesso siamo indotti a valutare altri gestori per alleggerire la bolletta grazie alle loro offerte sul mercato….. ma non basta! Se vogliamo ridurre gli sprechi dobbiamo cambiare il nostro stile di vita e fare delle scelte anche se possono inizialmente incidere sul bilancio familiare. Per esempio i nostri apparecchi funzionano in modo corretto? Quanto consuma ogni singolo elettrodomestico? A tal proposito possiamo servirci di un piccolo oggetto, molto facile da adoperare, conosciuto con il nome di misuratore del consumo di energia elettrica, reperibile nel reparto elettricità dei supermercati o nei negozi di ferramenta, fai-da-te, o anche on-line. Ma vediamo nel dettaglio come funziona il misuratore del consumo elettrico.

Risparmio energetico, misuratore del consumo elettrico
Si tratta di un congegno elettronico dotato di display, che va inserito tra la presa del nostro elettrodomestico e la presa elettrica nel muro. Non appena collegato, l’apparecchio misurerà il passaggio di corrente, quindi calcolerà quanta energia elettrica si consuma durante l’utilizzo dell’elettrodomestico in questione.

Come funziona?
Sul display appare il consumo in tempo reale in Watt, in Ampere, i picchi di potenza: i dati vengono automaticamente salvati per rivederli con calma.
Su alcuni dispositivi, è possibile impostare il costo relativo alla propria fascia di utilizzo per visualizzare direttamente il consumo espresso in euro.
Perché è importante misurare i consumi dei nostri apparecchi?
Col tempo gli elettrodomestici di casa perdono di efficienza, si guastano, causando a nostra insaputa, una perdita di corrente, con conseguente aumento della nostra spesa energetica.
Altre volte, tendiamo a sottovalutare certi consumi che in apparenza possono sembrarci innocui.
Un esempio? La maledetta lucina degli Stand-by. Magari diamo per scontato che non incidano in maniera tangibile sul consumo di energia…….invece ci sbagliamo! Basta testare il loro consumo attraverso il dispositivo per poi fare dei calcoli sul consumo nell’arco di una giornata, mese, anno. Ci verrà un brutto colpo!

Consumo energetico, il frigo
Il frigo è l’elettrodomestico che ahimè comporta un consumo energetico 24 ore su 24. Utilizzare un frigo di ultima generazione, potrebbe, secondo stime approssimative, farci risparmiare anche un centinaio di euro all’anno. Volendo fare un raffronto attraverso il misuratore elettronico, abbiamo avuto modo di constatare che un vecchio frigo di casa, mostra un consumo giornaliero di circa 2 kWh. Quello attuale, di ultima generazione, classe A+++, ne consuma soltanto 0,350.

Cosa aspettate a cambiare i vecchi elettrodomestici?

Pubblicato da Anna De Simone il 4 settembre 2013