Rimedi contro il cattivo odore delle tubature

rimedi contro cattivo odore tubature

Rimedi contro il cattivo odore delle tubature del bagno, della cucina e della casa. Soluzioni e cause. Cosa fare in caso di puzza dalle tubature.

Il problema dei cattivi odori dalle tubature è molto comune e i rimedi sono tanti. I cattivi odori dalle tubature prescindono dalla frequenza con la quale svolgiamo le pulizie domestiche: si tratta di un problema prettamente idraulico e può avere diverse cause. Per risolvere il problema al meglio, è opportuno individuare la causa così da intervenire in modo adeguato.

Cattivi odori dalle tubature, le cause

Se il cattivo odore sale su dalle tubature del lavandino della cucina, probabilmente il problema è molto banale: lavando le stoviglie, dei residui organici possono essersi accumulati nelle guarnizioni delle stesse tubature. Qui si può intervenire in modo semplice e veloce, vi basterà seguire le istruzioni che vi abbiamo fornito nell’articolo: cattivi odori dal lavandino.

Se i cattivi odori sono localizzati in modo particolare in bagno (dallo scarico della doccia, dal lavabo o dal wc) vi sono due possibili cause.

  • Assenza o scarsità di acqua nel sifone
  • Scarichi sporchi e problemi con la fossa biologica

Il sifone è un elemento idraulico che va a formare una U, è il “luogo” in cui scarichi sanitari e tubature si incontrano. Il sifone serve proprio a impedire la risalita dei cattivi odori attraverso i tubi di scarico. Se non c’è abbastanza acqua nel sifone, le acque sporche non sono smaltite correttamente andando a causare i cattivi odori dalle tubature.

Per controllare il sifone dovreste aprire “il pozzetto”, in genere si trova nel bagno (o in alcune case in giardino), sul pavimento, chiuso con un elemento metallico circolare. Il problema è che, una volta aperto, non tutti sono capaci di richiuderlo in modo adeguato quindi se non avete un’ottima manualità con il fai da te, è consigliato lasciare tutto nelle mani di un idraulico. Se ve la sentite, aprite il sifone e pulite il pozzetto, per la pulizia meglio usare prodotti naturali e facili da smaltire come l’aceto di vino bianco e tanta acqua bollente.

La seconda causa riguarda gli scarichi.
Se non vi appoggiate alla rete fognaria urbana e avete il cosiddetto “pozzo nero”, probabilmente è giunto il momento di eseguire lo svuotamento periodico ma prima di ricorrere a questo o se comunque lo avete fatto di recente, seguite le indicazioni che seguono valide anche per chi si appoggia alla rete fognaria della città.

Gli scarichi maleodoranti possono essere gestiti con appositi microrganismi che vanno a degradare l’origine del cattivo odore in modo naturale. Questi microrganismi vanno a riequilibrare la cosiddetta fossa biologica assorbendo il cattivo odore e impedendo la risalita della puzza. In commercio si trovano bustine idrosolubili facili da usare: vi basterà gettarle giù per lo scarico! Questi microrganismi hanno un prezzo che varia dai 10 ai 35 euro e hanno una durata variabile (da un mese fino a un anno). Su Amazon è possibile acquistare dei microrganismi contro il cattivo odore delle tubature al prezzo di 17,45 euro con spese di spedizioni gratuite.

Il prodotto in questione si chiama NBS Sprang, è molto usato anche dalle strutture ricettive (hotel e ristoranti) per eliminare i cattivi odori dalla fossa settica, ed è un prodotto naturale. La confezione comprende 6 bustine da usare a cadenza mensile (il trattamento dura 6 mesi). Per l’utilizzo, vi basterà gettare la bustina nello scarico del wc, attendere che il prodotto si sciolga (è idrosolubile) e tirare lo sciacquone.

Per maggiori informazioni sul prodotto vi rimandiamo alla pagina ufficiale Amazon: NBS SprangOvviamente questo non è l’unico prodotto del genere disponibile, ma lo consigliamo per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Altri prodotti analoghi sono: spurgo biologico, bacchette enzimatiche per scarichi e attivatori biologici in capsule.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 giugno 2016