Rasaerba elettrico senza fili

Alpina rasaerba elettrico senza fili 

Rasare l’erba del giardino per alcuni è un fastidio. E anche per l’ambiente può non essere un bel momento: fumi di scarico del rasaerba, rabbocchi di olio lubrificante, scarti di sfalcio ingombranti… ci sentiamo paladini della natura mentre fatichiamo con gli attrezzi in mano, invece stiamo inquinando. E se provassimo a rendere tutto più semplice?

Per esempio con un rasaerba elettrico senza fili con batteria al litio ricaricabile: si accende, si taglia l’erba e si ripone in garage. Nessun cavo collegato alla rete elettrica durante la rasatura, nessuna tanica di carburante o di olio e pochissima manutenzione: solo tanta praticità a zero emissioni.

Ovviamente stiamo parlando di un attrezzo non professionale e adatto a prati di piccole dimensioni: proprio ciò che molti stanno cercando per non impazzire con l’acquisto di attrezzi spropositati rispetto alle esigenze, e alla voglia di usarli. Ecco perché, visto che ci siamo, oltre alle emissioni zero è importante che il rasaerba minimizzi il materiale di risulta dello sfalcio, lasciando sul prato solo erba sminuzzata che diventa fertilizzante.  

Un rasaerba con queste caratteristiche lo ha messo sul mercato di recente Alpina, sfoderando la tecnologia senza fili per assicurare la massima maneggevolezza proprio nella cura dei piccoli giardini. Un’idea green che sembra non aver trascurato alcun particolare.

Tutto sembra all’insegna della praticità e della facilità d’uso: a cominciare dall’impugnatura dotata di interruttore di sicurezza a doppio comando che garantisce il massimo controllo durante l’utilizzo. Le chiusure a sgancio rapido consentono invece di regolare inclinazione e altezza del manico nella posizione più comoda e permettono di ripiegarlo, riducendone le dimensioni fino a un ingombro finale di un metro di lunghezza per circa 50 cm di altezza.

E se la maniglia sulla parte superiore della scocca consente di sollevare e trasportare il rasaerba in maniera comoda e veloce, anche il sistema di ricarica è pratico e veloce: la batteria è facilmente estraibile grazie alla maniglia ripieghevole, è dotata di un indicatore di carica a LED e si ricaricata rapidamente.

Sì, ma taglia bene? Il rasaerba Alpina monta un sistema per la regolazione centralizzata dell’altezza di taglio: 6 diverse posizioni (da 25 a 75 mm) che consentono di scegliere l’opzione più adatta al tipo di terreno e di risultato che si desidera ottenere. Il pettine sulla parte anteriore, oltre a svolgere l’azione di protezione antiscalpo, aiuta a convogliare facilmente i fili d’erba verso le lame, mentre la finestra trasparente sul sacco di raccolta da 40 litri consente di controllare con un colpo d’occhio il livello di riempimento.

Le ruote posteriori da 250 mm assicurano la massima stabilità anche sui terreni irregolari per un taglio di elevata qualità anche nei contesti più difficili. Di serie, infine, ha anche il citato kit mulching che sminuzza finemente l’erba tagliata e la distribuisce sul suolo per fertilizzarlo.

Pubblicato da Michele Ciceri il 2 gennaio 2013