Raccolta differenziata a Milano

La raccolta differenziata rappresenta un valida soluzione per preservare e mantenere le risorse naturali: differenziare, riciclare, riusare, sono i presupposti per conservare un ambiente naturalmente più ricco. Ogni nostra azione produce inquinamento: per leggere un giornale o bere un’aranciata bisogna stampare pagine, bottiglie in plastica o lattine in alluminio. Tradotto e moltiplicato per tutti gli abitanti, significherebbe milioni di alberi abbattuti, milioni di litri di petrolio consumati, milioni di kg di CO2 immessi nell’atmosfera. Con la raccolta differenziata, invece, gran parte di queste risorse vengono risparmiate. La raccolta differenziata varia da Comune a Comune….e a Milano?



Raccolta differenziata a Milano. Dove lo butto?
Dal 15 maggio 2012 è stato bandito il sacco nero destinato alla raccolta della frazione indifferenziata ed è stato sostituito da un sacco trasparente al fine di facilitare il riconoscimento della tipologia degli scarti ad esso conferiti.

  • Sacco trasparente: carta sporca e carta oleata, stracci, scarpe, piatti rotti, piatti di plastica, assorbenti, pannolini e sacchetti aspirapolvere, tappi in sughero. Anche la ceramica dunque viene conferita nel sacco trasparente, ma bisogna prima avvolgerla in un panno.
  • Sacco giallo: bottiglie di plastica, flaconi di detersivi, saponi da bagno, polistirolo. Nel sacco o nel bidone giallo non devono essere buttate le vaschette di plastica per alimenti o i vasetti finiti di yogurt, destinati invece al sacco trasparente. Se le bombolette spray non sono identificate da simboli che riportano indicazione di materiale infiammabile e pericoloso possono essere gettate nel sacco giallo per la plastica e i metalli. Altrimenti, è necessario portarle a una Ricicleria.
  • Bidone bianco: carta, giornali, riviste, cartoni e cartoncini, tetrapak, contenitori delle uova.
  • Bidone verde: vetro e lattine.

I medicinali vanno buttati senza confezione esterna nei raccoglitori presso le farmacie. Tutti gli oggetti ingombranti, compresi gli elettrodomestici, vanno portati nelle riciclerie che troverai sul sito dellAMSA oppure è possibile chiederne il ritiro. Basta telefonare al numero 800-332299.

L’organico dove va?
Da qualche giorno è partita ufficialmente la raccolta differenziata della frazione umida dei rifiuti domestici in qualche frazione a sud-ovest della città. Si sta già provvedendo alla consegna gratuita dei cestini e dei sacchetti biodegradabili. La raccolta vera e propria scatterà dal 26 novembre ed entro il 2014 la raccolta dell’umido sarà estesa in tutta la città. La raccolta dell’umido è l’ultimo tassello mancante per la differenziazione dei rifiuti di una città come Milano, molto virtuosa dal punto di vista dell’ecosostenibilità.

Raccolta differenziata a Milano. App Puliamo per smartphone
L’AMSA, l’azienda che gestisce lo smaltimento dei rifiuti a Milano, lancia l’App gratuita PULIamo da scaricare su smartphone e tablet. L’app ha l’obiettivo di informare e facilitare la raccolta differenziata. L’applicazione prevede diversi servizi:

  • Segnalazioni dove i cittadini possono comunicare la presenza di rifiuti abbandonati, discariche abusive o cestini pieni.
  • Prenotazione del ritiro dei rifiuti ingombranti.
  • Una guida alla raccolta differenziata attraverso un motore di ricerca per scoprire come conferire correttamente qualsiasi tipo di rifiuto.
  • Calendario raccolta per sapere i giorni in cui viene effettuato il ritiro dei vari materiali in una via.
  • Ricerca Ricicleria per trovare l’isola ecologica più vicina e il percorso per raggiungerla.

AMSA dispone di un servizio di ritiro a domicilio grazie a un abbonamento di 150€ l’anno.

Link Utili | www.amsa.it

Pubblicato da Anna De Simone il 6 ottobre 2012