Quella irresistibile voglia di orto in casa

Un esempio di piccolo orto in casa

Hanno fra i 30 e 40 anni e sono in maggioranza neofiti in orticoltura. Ricordano però con piacere genitori e nonni occuparsi di insalate e pomodori nell’orto in casa e vorrebbero rivivere quei momenti di bucolica serenità; non solo per avere verdure fresche in tavola, ma anche per trasmettere ai figli un contatto con la natura che i bambini di oggi ignorano.

Ecco tracciato l’identikit di chi si iscrive al corso Orto in casa organizzato per i propri dipendenti dall’azienda  Whirlpool, produttore globale di elettrodomestici, nella sede italiana di Comerio (VA). Si tratta della seconda edizione dell’inziativa aziendale dopo che la prima, alla fine dello scorso inverno, ha registrato un vero e proprio boom di adesioni.

“Nel 2012 ilcorso Orto in casa  ha riscosso molto interesse fra i partecipanti – afferma Giacomo Brusa, titolare dell’azienda L’Agricola del Lago, insegnante per l’occasione –; quasi tutti gli iscritti si avvicinavano per la prima volta alla coltivazione dell’orto nel giardino di casa, ma non mancava chi voleva dritte su come tenere qualche piantina sul balcone. Non certo per trarne un reddito, ma per la soddisfazione di produrre da soli qualcosa e di insegnarlo ai figli”.

A convincere Whirpool a ripetere il corso Orto in casa è stato proprio il successo della prima edizione, certamente un segno dei tempi. “Il corso Orto in casa, che rientra nel programma Health Works per la salute e il benessere dei dipendenti, ha avuto una risposta fra i colleghi che la dice lunga sul bisogno di riagganciare quel rapporto con la terra che è nella memoria personale di ognuno ha detto Giuseppe Geneletti di Whirlpool e dimostra che in un’epoca caratterizzata dalla dimensione virtuale, dalla frenesia e  dallo stress, sporcarsi le mani con la terra in giardino migliora la qualità della vita, soprattutto se diventa un’esperienza di famiglia”.

Per completezza di informazione, il corso Orto in casa edizione 2013 comincia giovedì 7 marzo e si articola in quattro lezioni:

  • preparazione del terreno, concimazione e pratiche colturali da applicare all’orto (pacciamatura sovescio) – 7 marzo.
  • semina, coltivazione e trattamenti per le solanacee e le cucurbitacee (pomodoro melanzana, peperone, zucchine, cetrioli) – 14 marzo.
  • orticole da foglia (insalata, bietole, spinaci) – 21 marzo.
  • brassicacee e piante estive (cavoli, cavolfiore, cavolini, verze, finocchi, ravanelli, carote, patate) – 28 marzo.

Pubblicato da Michele Ciceri il 6 marzo 2013