Quanto aspettare prima di lavarsi i denti

Quanto aspettare prima di lavarsi i denti

Quanto aspettare prima di lavarsi i denti è una domanda a cui spesso persino le risposte dei dentisti possono essere contraddittorie. I batteri della carie iniziano ad agire dopo soli 10 minuti dalla fine del pasto per cui l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI) consiglia di aspettare solo 10 minuti prima di lavarsi i denti.

D’altra parte, uno studio dell’Associazione dei dentisti americani (Academy of General Dentistry) ha accertato che lavarsi i denti subito dopo i pasti faciliterebbe la penetrazione degli acidi contenuti nel cibo, rischiando di danneggiare lo smalto.

L’Associazione per questo motivo, raccomanda di aspettare 30 minuti prima di lavarsi i denti così da permettere alla saliva di rimuovere i residui di acido.

Come comportarsi a questo punto? Probabilmente aspettare 15-20 minuti potrebbe essere la soluzione migliore!



In alternativa, per una decisione ancora più ragionata, si dovrebbe aspettare solo 10 minuti nel caso si siano mangiati cibi senza un’elevata percentuale di acidi (es. pasta, carne) e aspettarne 30 nel caso in cui si siano mangiati anche cibi acidi (ad esempio, arance o pompelmi).

Per quanto riguarda lo spazzolino, si consiglia di acquistare un modello con setole medie di buona qualità: setole morbide potrebbero non rimuovere correttamente tutti i residui di cibo, mentre setole dure potrebbero rovinare lo smalto, soprattutto se si esercita troppa pressione.

La raccomandazione più importante consiste però nella modalità con cui si spazzolano i denti che deve sempre essere dall’interno verso l’esterno del dente, così da rimuovere la placca senza danneggiare il bordo gengivale.

L’ideale è procedere in modo metodico arcata per arcata, con la bocca aperta, partendo dalle faccette degli incisivi e procedendo secondo lo schema rappresentato nella seguente immagine:

 

Come lavarsi i denti

Come lavarsi i denti correttamente in 5 passaggi

Un ulteriore ausilio indispensabile per una corretta igiene dentale è il filo interdentale, perfetto per rimuovere i residui di cibo e placca dove lo spazzolino non può arrivare.

Uno sciacquo finale con un collutorio per circa 1 minuto potrebbe farvi raggiungere la perfezione!

Per quanto riguarda il dentifricio, il consiglio dei dentisti è di non abbondare, per consentire uno spazzolamento più efficacie, così come l’ideale sarebbe non bagnare lo spazzolino prima di iniziare lo spazzolamento.

In mancanza di spazzolino e dentifricio un risciacquo (meglio ovviamente se con colluttorio) può aiutare a una prima pulizia sommaria. Utili anche i chewing gum allo xilitolo, sostanza antibatterica.

E per combattere l’arrossamento delle gengive? Una corretta igiene orale eseguita come sopra descritto dovrebbe scongiurare problemi alle gengive ma nel caso ci si ritrovi con le gengive arrossate, alcuni dentisti consigliano di utilizzare un colluttorio alla clorexidina. Poichè questi particolari colluttori sono disponibili con percentuali diversi di clorexidina è comunque sempre ideale chiedere al proprio dentista di fiducia prima di procedere all’acquisto.

A questo punto dovreste sapere proprio tutto su quanto aspettare prima di lavarvi i denti e su come eseguire una corretta igiene orale!

 

Pubblicato da Matteo Di Felice il 8 febbraio 2015