Proprietà della menta

proprietà della menta

Proprietà della menta e controindicazioni. Dalle tisane alle bevande rinfrescanti, come sfruttare al meglio i benefici della menta piperita.

Le proprietà della menta sono note fin dai tempi più antichi, i cinesi la utilizzavano per il trattamento della tosse e del raffreddore oppure come tonico e digestivo.

Proprietà nutrizionali

La menta contiene acqua, fibre, proteine, carboidrati e minerali tra cui il calcio, il potassio, il magnesio, il rame, il manganese, il sodio ed il fosforo. Vi è anche un’alta percentuale di aminoacidi: arginina, acido aspartico, acido gluttamico, alanina, leucina, glicina, prolina, serina e valina. Da segnalare anche la discreta presenza di vitamine del gruppo A, B, C e D.

Si usano foglie e fiori

Della menta vengono impiegate le foglie che vengono raccolte in giugno e i fiori reperibili a fine luglio. La menta può anche essere coltivata nel giardino di casa. Si tratta di una pianta rustica, facile da coltivare e che necessita di poche cure. Per tutte le info: come coltivare la menta.

Prima di soffermarci sulle proprietà della menta, analizziamone gli usi e i diversi impieghi. Dalle tisane più concentrate alle ricette in cucina.

Tisane alla menta

Le tisane alla menta rappresentano un vero e proprio toccasana naturale grazie alle loro proprietà digestive e tonificanti.

A detta degli esperti favoriscono la digestione, contrastano il mal di gola bloccando sul nascere la formazione dei microbi.

Raccomandazione importante: non assumere la tisana alla mente durante le ore serali dato che il suo effetto stimolante potrebbe disturbare il sonno provocando insonnia.

Olio essenziale di menta

In caso di raffreddore, l’olio essenziale di menta si rivela efficace: basta versarne poche gocce in un litro d’acqua bollente e respirarne i vapori. L’olio essenziale di menta viene impiegato anche per effettuare massaggi rilassanti e anti-stress.

Nota bene: l’olio essenziale di menta non va usato puro ma sempre diluito con un olio di mandorle o un altro olio vegetale. Bastano 3 gocce di olio essenziale di menta ogni cucchiaio di olio vettore (un qualsiasi olio vegetale) impiegato, per preparare un unguento per massaggi anticellulite o un tonico naturale per la pelle.

Non manca una versione alimentare. L’olio essenziale di menta per uso interno va usato con moderazione e soprattutto è controindicato in gravidanza.

Come usare la menta in cucina

Sia essiccata che fresca, la menta viene impiegata in cucina come spezia per insaporire pietanze a base di carne e di pesce.

È ottima inoltre con le insalate, le verdure, i legumi e i cereali. Le zucchine grigliate si sposano perfettamente con qualche fogliolina di menta. Si può usare in cucina nella preparazione del salmone arrostito insaporito con una vinegrette di menta. Ancora, una marinatura con aceto e menta o succo di agrumi e menta può essere utile per diverse portate di carne o di pesce.

Ottimo l’uso della menta per aromatizzare l’acqua, allora perché non preparare una bevanda rinfrescante alla menta. Volendo, possiamo preparare una bevanda aromatica a base di menta: basta prendere le foglie essiccate e versarle dentro al succo di limone, lasciare macerare per 48 ore e infine filtrare.

proprietà della menta

L’acqua aromatizzata alla menta si può usare per fare il tè. In alternativa, qualche fogliolina nel tè freddo (o caldo) è gradita!

L’impiego della menta si estende anche nella preparazione di cocktail; un esempio è dato dal classico mojito.

Menta: come usarla

Ecco altri possibili usi per sfruttare la menta coltivata in casa.

  • Basta strofinare sulle dita delle foglioline di menta fresca per eliminare i cattivi odori causati da aglio o cipolla.
  • Le proprietà sedative della menta rendono questa essenza un ottimo aiuto per chi soffre il mal d’auto o mal di mare bloccando il vomito in pochissimo tempo.
  • Il mentolo ha anche una buona azione analgesica ma và usato con parsimonia in quanto dosi eccessive possono avere spiacevoli effetti collaterali sul sistema nervoso.
  • In gravidanza e sotto il controllo medico, viene suggerito l’impiego della menta per il trattamento della nausea e dell’emicrania.
  • Le foglie di menta hanno proprietà astringenti e purificanti, per questo motivo vengono utilizzate nella preparazione di maschere di bellezza.

Prima dell’assunzione della menta, soprattutto in forma di olio essenziale per uso interno, è consigliato il parere del proprio medico curante.

Proprietà della menta

La menta (Mentha spp) è una pianta erbacea molto apprezzata. La più coltivata in Italia è la menta piperita anche se le proprietà che riporteremo sono tipiche di diverse specie di menta.

Alcuni benefici della menta potrebbero essere dedotti dagli usi descritti fino a ora, ma andiamo nel dettaglio! Ecco quali sono le principali proprietà della menta.

  • Stimola la digestione
  • Attenua la nausea e il vomito
  • Allevia il mal di testa soprattutto se correlato a disturbi gastrointestinali
  • Utile per alleviare i dolori del ciclo mestruale
  • Annovera proprietà rinfrescanti e lenitive

Nonostante i tanti benefici elencati, è importante chiarire che le proprietà della menta possono essere dannose per alcune persone. Parliamo delle controindicazioni.

Controindicazioni

Dopo aver elencato le proprietà della menta è opportuno soffermarsi sulle controindicazioni di questa spezia. In particolare, chi soffre di ernia iatale e di reflusso gastroesofageo dovrebbe limitare l’impiego di tale spezia. Il motivo? Le proprietà digestive e stimolanti della menta possono causare acidità e bruciori di stomaco in quei soggetti in cui la valvola muscolare che separa l’esofago dallo stomaco non funziona in modo efficiente.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 Giugno 2019