Prodotti per il benessere “zero spreco” con Econviene

econviene benessere zero spreco

Tra le nuove iniziative per combattere gli sprechi e per consentire allo stesso tempo risparmi ai consumatori vi segnalo con piacere l’e-commerce econviene.it, un progetto ideato e realizzato dai soci di Aldigiù srl, dinamica start-up con sede a Udine e uffici operativi a Padova.

Si tratta di un progetto dedicato a evitare lo spreco di prodotti della categoria “Benessere”, come integratori, cosmetici e prodotti per la cura della persona che rischiano di essere gettati.

Le ragioni dello spreco che si genera quotidianamente e che si vuole evitare con questo bel progetto sono molteplici:

  • Scadenza inferiore ai 6 mesi
  • Confezioni con difetti di stampa o packaging
  • Prodotti che gli operatori hanno deciso di dismettere per motivi commerciali.

Questi prodotti potranno ora essere acquistati direttamente sul sito www.econviene.it con uno sconto minimo del 50% (!).

Tutti i prodotti commercializzati sono ovviamente integri, conservati a norma di legge e non presentano alcun rischio per la salute, assicurando la completa tutela verso il consumatore.



Come nasce il progetto “Zero Spreco” di Econviene

Per sapere di più su questo progetto green e per capire come è nata l’idea abbiamo incontrato Alberto Monico, iscritto all’Ordine dei Farmacisti di Padova dal 1983 d Direttore Tecnico della società, Giuliano Filippi, Consulente di Marketing specializzato nei settori della cosmetica e della farmaceutica, e Diego Zancarini, con 30 anni di esperienza commerciale nel settore Farmaceutico.

“Conoscendo da anni il mercato della distribuzione farmaceutica e le sue dinamiche, sappiamo bene come in ogni snodo della filiera sia presente il fenomeno negativo dello scarto di prodotto e, quindi, del suo spreco – ci spiega Giuliano Filippi – Tutto parte dall’eccessiva produzione da parte di chi sta a monte della filiera, ma è tutto il canale che poi se ne rende compartecipe, stretto com’è tra l’approssimarsi della data di scadenza del prodotto e la difficoltà a farlo pervenire in tempi utili al consumatore. Vi è poi l’aspetto della perfetta integrità del packaging. In molti casi, infine, pesano i rapporti di forza tra i marchi produttori e le farmacie: non sempre i produttori sono disposti a ritirare dal canale di distribuzione e di vendita le confezioni che si approssimano alla scadenza indicata”.

“È alla luce di questo scenario e della crescita dell’e-commerce, come canale alternativo di vendita di beni di consumo che abbiamo deciso di costituire una start-up che si proponesse di trasformare un problema in un’opportunità – aggiunge Diego Zancarini – Non ci sono motivi per gettare un prodotto prima della scadenza o solo perché si presenta con una confezione danneggiata. È una questione di riduzione degli sprechi e, dunque, etica e ambientale, oltre che economica. E ciò vale sia per i farmaci che per gli integratori, i presidi medici e i cosmetici”.

team econviene

Il team di Aldigiù srl al completo: da sinistra, Alberto Monico, Federico Zancarini, Diego Zancarini e Giuliano Filippi

Garanzie di integrità e qualità del prodotto e sconti per i consumatori

Le sfide maggiori per progetti come questo arrivano da “resistenze a livello culturale” come ci racconta Alberto Monico: Tutti i prodotti presenti e commercializzati attraverso il sito internet www.econviene.it provengono da fonti ufficiali, sono immagazzinati e conservati secondo le normative vigenti,  sono perfettamente integri dal punto di vista delle proprietà chimico-fisiche e sono garantiti fino alla loro naturale scadenza, se correttamente conservati anche dall’utilizzatore finale. Ogni prodotto che commercializziamo viene controllato dal team di Econviene per garantire al consumatore il rispetto degli standard. Nel caso di confezione danneggiata, viene verificata l’integrità del prodotto all’interno e quindi applicato un sigillo di qualità. Del resto, l’esperienza che possiamo vantare nello specifico ambito della distribuzione farmaceutica, è un motivo di ulteriore garanzia”.

“I prodotti che trattiamo provengono da aziende e brand riconosciuti e qualificati – spiega ancora Giuliano Filippi – Quanto allo sconto, abbiamo voluto puntare sulla trasparenza totale nei confronti del consumatore finale. In particolare, accanto a una serie di prodotti con uno sconto fisso del 20% sul listino, applichiamo uno sconto minimo del 50% sui prodotti “Zero spreco”, con scadenza ravvicinata, o fine stock o con il packaging danneggiato. Acquistando questi prodotti, dunque, si risparmia, aiutando la natura”.

econviene zero spreco

Il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e la rapida crescita

La validità del progetto è stata riconosciuta dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia che ha sostenuto il progetto nell’ambito del POR FESR 2014-2020.

I numeri di utenti unici sono cresciuti rapidamente e oggi ammontano a oltre 18.500/mese, con una parte più rilevante di ordini proveniente da Lombardia e Triveneto.

L’obiettivo è di arrivare a un fatturato di circa 1,5 milioni di Euro, entro fine 2019.

Se volete visionare i prodotti in offerta vi basterà visitare il sito www.econviene.it e cliccare in alto a sinistra sulla categoria “ZERO_SPRECO”.

Pubblicato da Matteo Di Felice il 6 Marzo 2019