Prati, orti e terreni agricoli: 5 strumenti indispensabili per curarli

Quando si cura un terreno di qualsiasi tipo i compiti da portare a termine sono molti, specialmente se si decide di coltivare alberi da frutto, ortaggi e altri vegetali che necessitano di costanti cure.

Ecco quindi, di seguito, 5 strumenti di lavoro che non devono mai mancare nel magazzino di un bravo lavoratore della terra.

1) Trattorino – Essenziale per lavorare il terreno

I trattorini sono lo strumento ideale per falciare superfici molto estese e operare là dove un decespugliatore o un altro macchinario utile al taglio dell’erba non riesce ad agire efficacemente. Il trattorino inoltre è comodissimo da usare, molto di più di molti altri strumenti di lavorazione della terra, poiché pilotabile stando seduti e senza sforzare le braccia. A confronto di altre attrezzature ha un costo più oneroso ma permette di giovare di vantaggi impagabili, basti pensare che la rasatura di un prato esteso per molti ettari può essere completata in 30/60 minuti, dando modo a chi lavora la terra di dedicare tempo e forze ad attività più importanti e remunerative, il risparmio/guadagno quindi c’è ed è evidente. Chi desidera acquistare un attrezzo agricolo di questo tipo, può optare per un trattorino Efco, così da essere certo di optare per un prodotto di qualità. Solitamente la potenza di un trattorino va di pari passo alla grandezza del suo piatto di taglio, quindi alla larghezza della fascia d’erba falciata con un singolo passaggio. Vi è poi l’altezza di taglio, che nella maggior parte dei modelli in circolazione si gestisce semplicemente con una leva, che alza e abbassa la lama interna. Per quanto riguarda invece la raccolta dell’erba falciata, è possibile scegliere tra i modelli con scarico laterale e quelli con la sacca di raccolta. I primi sono indicati per chi desidera lasciare gli scarti d’erba a terra, mentre il secondo permette di rimuovere l’erba tagliata dal prato e collocarla in appositi bidoni o zone adibite alla raccolta. Acquistare un trattorino non è facile, meglio farsi guidare da un rivenditore esperto nel settore e capace di individuare le reali necessità del cliente.

trattorino

Il trattorino professionale tagliatutto TUAREG 92 EVO 4X4

2) Motoseghe – Per potare con più facilità

Le motoseghe sono dispositivi utilizzati per tagliare piccoli tronchi o per potare i rami di alberi e cespugli. Sul mercato è possibile reperire modelli di motosega di vario tipo, anche se quelli più comuni hanno motore elettrico o a scoppio, un tempo molto ingombranti ma ad oggi estremamente maneggevoli e confortevoli durante l’utilizzo. Per chi desidera muoversi in libertà nel proprio orto o giardino è preferibile il modello a scoppio o a batteria, in quanto in quello ad alimentazione elettrica vi è un filo che potrebbe limitare i movimenti.

3) Soffiatori e aspiratori – Ottimi per eliminare foglie e fili d’erba falciati

Capita spesso, quando si rasa un giardino o una superficie erbosa, di ritrovarsi circondati da foglie secche, sassolini, rametti e fili d’erba recisi. Raccoglierli non è di certo un gioco da ragazzi, motivo per il quale è necessario munirsi di un soffiatore o di un aspiratore. Il primo ha il compito di soffiare via e raccogliere la sporcizia mentre il secondo l’aspira, così da ottenere un terreno perfettamente pulito e in ordine.

4) Idropulitrici – Il potere del vapore acqueo

L’idropulitrice è un macchinario che riesce ad eliminare ogni tipo di sporco attraverso la forza del vapore acqueo. In circolazione esistono idropulitrici che riescono a raggiungere i 300 bar di pressione, anche se quelle maggiormente acquistate sono meno potenti, ma ugualmente perfette per opere di giardinaggio e per tenere puliti orti e piccoli spazi verdi fuori casa. Questo strumento, portando l’acqua a 100 gradi e trasformandola in vapore, igienizza ogni superficie, dando modo di smacchiare piccoli sentieri in pietra, pavimentazioni grezze in cemento e molto altro.

5) Abbigliamento protettivo – La sicurezza al primo posto

Ultimo, ma non per importanza, l’abbigliamento protettivo, capace di salvaguardare la salute delle persone durante le varie opere di giardinaggio o di coltivazione del terreno. Alcuni esempi di indumenti protettivi sono: scarponi, salopette, giacche, pantaloni, manicotti e guanti, tutti rigorosamente antitaglio. Altrettanto necessari i caschi protettivi, le cuffie anti-rumore, le visiere e gli occhiali protettivi. Tutti articoli realizzati con materiali resistenti e confortevoli, così da consentire un utilizzo prolungato.

Pubblicato da Matteo Di Felice, Imprenditore e Managing Director di IdeeGreen.it, Istruttore di corsa RunTrainer certificato RunAcademy FIDAL, Istruttore Divulgativo certificato della Federazione Scacchi Italiana e appassionato di Sostenibilità, il 27 Novembre 2021