Come rilassarsi nel weekend

Come rilassarsi nel weekend

Può sembrare un gioco da ragazzi, nulla di più banale, ma siete sicuri di riuscire a staccare davvero in quei due giorni off, ammesso di averli? Imparare come rilassarsi nel weekend no significa scoprire cosa fare in questi giorni, se una gita o una cena, ma come affrontarli, con che spirito, in modo che siano davvero rilassanti e ci consegnino come nuovi la domenica sera, pronti per il lunedì.



Cosa significa rilassarsi nel weekend

Quando il ritmo delle nostre giornate è intenso, che si tratti di lavoro o di impegni familiari o altro, molto spesso nel fine settimana si tende a mantenere un’alta velocità di vita, scordandosi di decelerare e disconnettersi dalla modalità feriale. Può capitare di non accorgercene nemmeno: è come quando si è abituati a camminare velocemente, se chi affianco a noi non ci chiedere di decelerare perché gli stiamo facendo fare quasi una maratona, fosse per noi andremmo in giro sempre così, come se stessimo costantemente perdendo il treno.

Prima quindi di imparare come rilassarci nel weekend andava chiarito cosa intendiamo per rilassarci, perché sappiamo tutti che anche se andiamo in giro, al mare o in montagna o a fare shopping, e la nostra testa resta impigliata i pensieri stressanti e i muscoli restano contratti, il lunedì saremo più stanchi che mai.

Come rilassarsi nel weekend

Come rilassarsi nel weekend

Il nostro obiettivo è quello di dedicare queste ore, che siano davvero 48 o anche un po’ meno, causa gig economy o altro, a ritrovare uno stato di quiete profonda, ritrovando l’armonia sia con il corpo che con la mente. Per prima cosa prendiamo il nostro cellulare e impostiamolo in modo che non ci richiami all’ordina con notifiche di mail, agende e quant’altro possa disturbarci. Nessuno ci chiede di disconnetterci, dipende da noi e da come viviamo la presenza di questo dispositivo nella nostra vita. Chi lo chiude nel cassetto e si dedica alle persone che ha attorno, chi invece lo usa per divertirsi e risentire gli amici.

L’importante è agire in modo consapevole, con onestà verso sé stessi. Studi recenti affermano che il 67% dei proprietari di un cellulare lo controllano impulsivamente anche senza che compaiano notifiche, come di riflesso, come fosse un tic nervoso. Il 44% se lo tiene addirittura di fianco al letto per non farsi sfuggire notifiche e messaggi. Nel weekend sarebbe opportuno diventare un po’ più analogici privilegiando gli incontri live e gli eventi a cui recarsi con la propria persona, non sui social.

In un primo momento può sembrare un po’ disorientante questa assenza di notifiche che di solito scandisce le nostre giornate ma poi ci prenderemo gusto notando quanto tempo libero ci ritroviamo.

Come riempirlo? Ciascuno avrà i propri gusti e i propri hobby e sarebbe come sparare nel mucchio il suggerirvene alcuni al posto di altri. Dal modellismo all’arrampicata in montagna, dal punto croce al giardinaggio, tutto è ammesso se vi piace, tiene la vostra mente nel presente e vi fa stare bene. Anche provare nuove attività può essere stimolante e aiuta a stare nel presente perché finiamo per stare più che mai concentrati, presi da ciò che dobbiamo imparare a fare. Quindi ottime le iniziative come i workshop e gli eventi che ampliamo le nostre prospettive, senza però farsi venire l’ansia di dover diventare dei campioni.

Tra le tante attività che possiamo pianificare nel weekend ce ne sono alcune che possono aiutarci a staccare con la testa e anche a ritrovare l’armonia con il nostro corpo che magari durante la settimana abbiamo un po’ maltrattato con levatacce e pasti irregolari.

Una di queste è il training autogeno, ottimo all’inizio del weekend perché rilassa la mente e mette le basi per trascorrere due belle giornate. Può servire anche nel caso foste una delle tante persone colpite dall’emicrania del week end che insorge quando il fisico è talmente abituato allo stress e subisce una contrazione muscolare. Ci sono alcune tecniche che possiamo imparare facilmente e poi applicare a casa nostra per abituare il corpo al rilassamento. Per lo stesso scopo è utile la meditazione che ha sempre il potere di ridurre i livelli di ansia e migliorare la qualità della nostra vita.

Anche lo yoga nel tempo può aiutarci ad imparare come rilassarci nel weekend perché ci educa a ritrovare la calma e a stare concentrati nel qui e ora. Si possono seguire delle lezioni o dei seminari per acquisire almeno le tecniche base. Non tutti si rilassano in questo modo, c’è chi nel weekend preferisce dare sfogo a quel accumulo di energia che in settimana ha dovuto trattenere nelle vesti di lavoratore, genitore, figlio. E allora meglio optare per il nuoto e la corsa, per lunghi giri in bicicletta o se si preferisce, dedicarsi al ballo.

Sono tutte attività che ci possono dare carica, ossigeno, ispirazione, entusiasmo, oltre a mantenerci in forma. Al di là delle preferenze sportive, è molto consigliato camminare almeno 30 minuti di buon passo, meglio se immersi nel verde. Le passeggiate non sono solo movimento fisico ma anche relax, distendono i muscoli ma anche i nervi, ci aiutano a far decantare i pensieri e molti nodi che in settimana ci sembravano molto complessi, finiscono per sciogliersi. Da soli o in compagnia, sono sempre salutari.

Almeno nel weekend, facciamone tante.
Se amiamo leggere, inoltre, il weekend è il momento perfetto per farlo “come si deve” ovvero non in treno o in metropolitana, o nei ritagli di tempo, ma quanto si desidera, sprofondando nel divano, magari con un gatto o un cane ai propri piedi e una tazza di tisana o un calice di vino affianco da sorseggiare tra le pagine

Come rilassarsi nel weekend con un materassino

Sì, non è un materassino qualunque, questo tappetino svedese, detto anche del fachiro, e fa vere magie nella sua estrema semplicità. È uno strato di gommapiuma con punte in plastica su cui posizionarci. Inizialmente ne verremo punti ma poi, dopo cinque minuti, ci sentiremo quasi levitare. Le punte richiamano il sangue sulla schiena e i tessuti si rilassano. Viene utilizzato per addormentarsi, con l’olio essenziale di lavanda puro, da massaggiare sulla base del collo. Se volete provare questo semplicissimo metodo di rilassamento, su Amazon trovare ottime occasioni per acquistarne uno e sfoderarlo ogni volta che volete. È poi piccolo e sta nel fondo dell’armadio, pronto a venirvi in aiuto.

Pubblicato da Marta Abbà il 8 Febbraio 2020