Turbina eolica, i componenti

componenti turbina eolica

Quali sono i componenti di una pala eolica e come funziona il gigante del vento?
A livello descrittivo, possiamo affermare che i principali componenti di una turbina eolica sono sette: il rotore e le pale, il generatore, il sistema di trasmissione (con albero e ingranaggi), l’impianto di controllo, i dispositivi frenanti e il sistema di orientamento.



Osservando una pala eolica si riconoscono subito quattro componenti: la testa con le lame e il rotore, la base e il tronco. Quella che noi abbiamo definito “testa” si chiama navicella e rappresenta la struttura di contenimento di due componenti cruciali, il rotore e il generatore elettrico. Sempre nella navicella, tra il generatore e le lame è situato l’albero di trasmissione. L’albero di trasmissione è tenuto in rotazione dalle pale così, l’energia rotazionale dal mozzo (il componente in cui sono ancorate le pale) è trasferita al generatore elettrico. Gli ingranaggi correlati all’albero di trasmissione possono avere il ruolo di moltiplicatore di giri: un moltiplicatore di giri può portare 30 giri reali al minuto a una rotazione interna di 18.000 giri al minuto, rotazione necessaria alla generazione dell’energia elettrica.

GUARDA LE FOTO DEI COMPONENTI DELLE TURBINE

A consentire il corretto funzionamento dei componenti appena descritti, ci sono due sistemi, il sistema di controllo e quello di frenatura. Se non viene controllata, una turbina tende a raggiungere velocità eccessivamente elevate durante i periodi di forte vento oltrepassando così la sua potenza nominale. Il sistema di controllo di solito è dato da dispositivi elettronici, meccanici e idraulici (per esempio, i sistemi di controllo Eaton), può comprendere un anemometro, un micro-computer e sensori di diversa natura.

Per quanto riguarda i sistemi frenanti possono essere aerodinamici, elettrici o meccanici. Anche il sistema frenante è localizzato sulla navicella, è per questo che può essere definita -in tutti sensi- la testa dell’aerogeneratore. I sistemi frenanti di tipo aerodinamico sono dati da strutture che tendono a rallentare l’azione esercitata dai venti troppo forti, così nelle grandi turbine si notano le punte delle pale che possono essere ruotate ed esercitare un’azione frenante.

GUARDA LE FOTO DEI COMPONENTI DELLE TURBINE

Nelle turbine più piccole vi è un sistema passivo che riesce a orientare il rotore parallelamente al vento. I sistemi meccanici prevedono -di solito- un particolare freno a disco posto sull’albero. I sistemi frenanti elettrici dissipano la potenza del vento in vari modi, molto diffuso è il meccanismo elettrico che disattiva i fili di uscita del generatore trasformando l’energia meccanica del vento in calore.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 ottobre 2013