Orto sul terrazzo

Chi non ha a disposizione un giardino coltivabile può sempre puntare al terrazzo per allestire il suo orto. Coltivare un orto sul terrazzo è facile quanto farlo in giardino. Certo dobbiamo tenere conto di alcune caratteristiche ma una volta fatto ciò niente più potrà fermare la fame ecologica del nostro pollice verde!



Prima di allestire l’orto sul terrazzo bisogna:
-controllare la portata in termini di carico. Quanto peso può reggere il vostro terrazzo?
In base a questa esigenza tecnica andate poi a scegliere le dimensioni dei vasi. Il peso che la soletta può sopportare è un fattore determinante. In ogni modo è fortemente sconsigliato l’uso di vasi in terracotta se intendete coltivare più piante. I vasi in terracotta sono molto pesanti e riempiti di terriccio, caricherebbero ulteriormente la soletta. I vasi in plastica si stanno diffondendo proprio per la loro leggerezza e maneggevolezza inoltre vi sono modelli in bioplastica dall’estetica molto apprezzabile.
-Controllate l’allaccio idrico. Sul terrazzo arriva l’acqua?
Se arriva l’acqua, per facilitarvi l’esistenza e risparmiare acqua potete installare un impianto di irrigazione a goccia o un timer, altrimenti dovete rassegnarvi all’idea di utilizzare annaffiatoi e la forza delle braccia.
-Controllate la gesione dell’acqua. Dove finirà l’acqua che utilizzate per irrigare?
Quando progettate un orto sul terrazzo, dovete tenere conto anche della gestione dell’acqua superflua. Per questo è consigliato -ancora una volta- il sistema di irrigazione a goccia, non solo eviterà gli sprechi ma anche i ristagni. Ogni vaso deve essere ben drenato grazie a un apposito strato posto sul fondo del vaso. Lo strato drenante è utile affinché l’acqua non ristagni. Per il medesimo motivo è importante fare in modo che il vaso non sia poggiato tutto sul suolo ma che ai due margini siano disposti dei mattoni in terracotta che provvedono a creare un corridoio d’aria sotto ogni vaso. Se utilizzate le casse da coltivazione, spesso queste portano dei rialzi laterali così potete evitare l’impiego dei mattoni in terracotta.
-Scegliere le piante da coltivare. Quali sono le più adatte alle vostre esigenze?
In base al carico supportato dal terrazzo, allo spazio e ai vasi a disposizione, scegliete gli ortaggi che desiderate coltivare. Per questa scelta vi consigliamo di leggere “Cosa coltivare sul balcone“. Non temete, la scelta è ampia: bietola, zucchina, finocchio, patata, pomodoro, prezzemolo, valeriana, broccolo, cavolfiore, verza, lattuga, peperone, peperonicno… tutto ciò che volete portare in tavola, nell’articolo “Cosa coltivare in vaso“, troverete l’elenco completo delle possibilità con il calendario della semina.

Nello specifico potrebbero interessarvi anche:
Come coltivare patate sul terrazzo
Come coltivare basilico in casa
Come coltivare fragole sul balcone

Pubblicato da Anna De Simone il 1 dicembre 2012