Olio riciclato per la Daytona 500

La Daytona 500 è una competizione automobilistica ormai divenuta di fama internazionale soprattutto per la diffusione dei giochi arcade per videogame e smartphone. Per la prossima edizione, uno dei principali gruppi della NASCAR ha annunciato che per proteggere i motori del team utilizzerà olio riciclato per l’intera stagione competitiva 2012.

La Daytona 500 è una competizione automobilistica che si tiene annualmente al Daytona International Speedway, in Florida. Si svolge su una distanza di 805 chilometri e per il trofeo 2012, il Roush Fenway Corse (RFR), uno dei team più popolari della gara automobilistica “Daytona 500“, ha annunciato che per proteggere i motori delle sue auto, utilizzerà olio riciclato per l’intera durata della Sprint Cup.

L’annuncio è arrivato la settimana scorsa, a seguito di minuziosi test. Jack Roush, co-proprietario della Roush Fenway Racing ha affermato di essere certo che i loro sforzi per la sostenibilità saranno premiati dal rigore dei motori delle loro vetture. I test sull’olio riciclato sono positivi e tutti si attendono alte performance.

In passato, altri automobilisti hanno evitato di utilizzare olio di motore utilizzato e ri-raffinato a causa della scarsa qualità di questo ultimo. Il trattamento di ri-raffinazione utilizzato per l’olio riciclato è diverso dai trattamenti convenzionali, pertanto il prodotto, seppur riciclato, può garantire le stesse prestazioni dell’olio per motori, ma con la metà dell’impatto ambientale.

Il team utilizzerà una miscela di olio riciclato garantendo alte prestazioni e usando il 48% di combustibili fossili in meno e riducendo le emissioni nocive del 40%. Inoltre le emissioni nocive saranno meno acide, in più, l’olio riciclato produce il 20% di emissioni di gas serra in meno, rispetto a un olio utilizzato per la prima volta.

Dopo questa ottima notizia della competizione automobilistica “Daytona 500” non dimenticate di smaltire correttamente l’olio. Ricordate che con poco più di tre litri di olio non correttamente smaltito, si possono inquinare fino a 1 milione di litri di acqua dolce.

Link Utili | Nascar.com

Pubblicato da Anna De Simone il 28 febbraio 2012