Norwich Terrier: carattere e allevamenti

Norwich Terrier

Norwich Terrier, un cane poco diffuso in Italia, per ora. Arriva dalla Gran Bretagna ed è temerario e abituato alle intemperie. Questa razza è da sempre affiancata a quella del Norfolk Terrier, sono quasi “fratelli separati alla nascita” ma si corre il rischio di confonderli se non li si conosce bene. Conosciamoli.



Norwich Terrier: origini

Le due razze, Norwich Terrier e Norfolk, differiscono soltanto in un carattere, per cui si può tranquillamente pensare che abbiano le medesime origini. Il nostro cane è quindi originario della contea di Norfolk e si dice che derivi da una serie ripetuta di incroci anche casuali effettuati dai contadini di quella zona. Avevano già piccoli terrier fulvi e nero-focati e si sarebbe creata così, la razza, naturalmente, vivendo.

Per fare un po’ di ordine si è poi deciso di indicare con il nome Norwich Terrier solamente gli esemplari che mostravano le orecchie ben erette: in questo modo la razza ha assunto maggiore dignità nel mondo canino e umano e cominciato a registrare, proprio in Inghilterra, un progressivo e continuo aumento di esemplari appartenenti. Quasi una operazione di marketing ben riuscita.

Norwich Terrier

Un altro importante passo nella storia della razza del Norwich Terrier è quel momento in cui, il 22 settembre del 1964, è stato ufficialmente dichiarato una razza a sé rispetto al “Norfolk”. Dopo questo divorzio le cose sono andate ancora meglio. Lo standard ufficiale c”era già nel 1933 ma è stato man mano aggiornato. Dall’altra parte dell’oceano, negli Stati Uniti, tutto è accaduto in differita.

A partire dal riconoscimento della razza stessa per cui si è dovuto aspettare il 1979, tuttora non conta su grandi numeri, come d’altronde anche in tutti gli stati europei. Solo in patria è piuttosto noto, ma in aree circoscritte e, guarda caso, vicino a dove ai tempi i contadini hanno creato questa razza .

Norwich Terrier: cuccioli

I cuccioli di Norwich Terrier sono dei piccoli di cane piccolo, perché in effetti questa razza ha delle dimensioni ridotte. Si parla di una altezza al garrese di circa 25-26cm. Non è un cane piccolissimo, da borsetta, ma piccolo sì, e anche basso sugli arti, compatto e robusto.

Questo non vuol dire che non abbia tutta la sua dignità di animale, anzi, basta guardarlo per sentire il suo spirito ardente, la sua grinta. Anche se in un corpo mini. Il dorso corto e “consistente”, si vede che l’ossatura è robusta. In passato questa razza si distingueva perché mostrava fiera le cicatrici riportate sul lavoro e nei combattimenti, quando e dove erano permessi, purtroppo.

Norwich Terrier

L’aspetto generale del Norwich Terrier è molto solido, grazie alle giuste proporzioni e ai rapporti equilibrati, quasi studiati a tavolino. Il muso ha una forma decisa, a forma di cuneo, con uno stop molto marcato, le labbra sono tese e le mascelle asciutte e robuste. La testa di questo cane è leggermente rotondeggiante, mostra un tartufo di colore nero e occhi piccoli, di forma ovale, scuri. Scuri ma non cupi, anzi, pieni di vivacità, luminosi e ardenti.

Le orecchie del Norwich Terrier spuntano erette e sono una delle caratteristiche da cui poter riconoscere la razza. Sono piazzate distanti fra loro, in cima alla testa, sono a punta e di grandezza media. Non sono mai cadenti ma quando un esemplare di razza è in attenzione, allora sono perfettamente alzate, rigide. Gli arti del Norwich Terrier sono possenti anche se non lunghi, la coda non ha mai lunghezze esagerate ma non gliela tagliano.

Norwich Terrier: mantello

Il mantello del Norwich Terrier è quello di un cane che deve resistere all’aria aperta e, oltretutto, in un clima tipido della regione in cui è nato. Non quindi, prettamente mediterraneo. Ecco quindi perché questa razza ha adottato un pelo duro e ispido, per poter camminare quotidianamente in giardino o nei boschi senza soffrire.

Ruvidi e dritti, i peli del Norwich Terrier lo fanno apparire un cane di una stazza ancora più piccola di quanto non sia. Basta pensare ad altri cani con mantelli vaporosi che gonfiano il fisico:questo è il caso opposto.Appare ancora più raccolto e sempre più possente. Pur essendo corto, il pelo deve essere curato, pulito e mantenuto con continuità nel tempo, senza troppi trattamenti ma con diligenza da parte di noi padroni.

Oltre al pelo aderente al corpo, c’è anche un abbondante sottopelo, in generale i colori ammessi dallo standard sono tutte le sfumature del fulvo, grano, nero-focato o brizzolato. Ricordiamoci come la razza sia nata, così sembra, da incroci anche casuali tra piccoli Terrier: non si può pretendere che abbia solo tinte pure. Però si può pretendere che non si siano macchie o pezzature bianche, caratteristiche del mantello considerate per un Norwich Terrier un difetto.

Norwich Terrier

Norwich Terrier: carattere

Da anni gli esemplari della razza del Norwich Terrier sono stati selezionati per eccellere nelle attività di caccia. Data anche la stazza, l’obiettivo, le prede, erano per lo più quegli animali selvatici considerati nocivi: ratti di campagna da scacciare, ad esempio, sia dai campi sia dalle stesse case. Ecco spiegato perché guardando un Norwich Terrier anche moderno e cittadino si percepisce come sia sempre allerta e pronto a cogliere ogni genere di piccolo rumore. O cenno di presenza.

E’ un cane che definire vigile è poco, ma non confondiamo la cosa con il fatto dell’essere timoroso, non è così: se sente un rumore, cerca di capirne la provenienza, di certo non scappa. E’ quindi un cane coraggioso, il Norwich Terrier, ma non temerario, spericolato né, figuriamoci, aggressivo. Non certo con gli uomini in generale, men che meno con il suo padrone a cui si affeziona senza timore.

Infatti con le persone che conosce appare spesso affettuoso, quasi mai invadente o sfacciato, solo vivace ma che sa stare al suo posto. Il Norwich Terrier è di indole affabile, non litigioso ma fa spesso di testa sua, non è impossibile da educare ma non è neanche il più docile cane d’Inghilterra.

Norwich Terrier: allevamenti

Ci sono 5 allevamenti registrati ufficialmente nel sito di Enci, ad oggi. Se ne trovano 2 in Emilia Romagna, uno in Lazio e altri due in Toscana. In quest’ultima regione ad ospitare un allevamento di Norwich Terrier sono la provincia di Lucca e quella di Grosseto, in Emilia Romagna le province interessate sono quelle di Ravenna e di Forli- Cesena. In Lazio, dobbiamo recarci in zona Viterbo per trovare i Norwich Terrier da adottare. Ci sono poi altri, pochi, allevamenti che possono essere reperiti on line o più amatoriali, quelli certificati Enci sono senza dubbio i più sicuri.

Norwich Terrier

Norwich Terrier: prezzo

Prima di cercare allevamenti vicino alla propria zona o offerte in line di sconosciuti, documentandoci sul prezzo possiamo già farci un’idea. Il Norwich Terrier ha un prezzo piuttosto elevato, attorno ai 1.500 euro se venduto con tutti i documenti a posto e in salute. Questo perché non è molto diffuso in Italia come in tutta Europa. Nell’ultimo decennio il sito di Enci indica una popolazione leggermente crescente, tranne nell’ultimo biennio, ma mai oltre i 35 Norwich Terrier registrati qualche anno fa.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 21 agosto 2016