Nasce la figura del Food Manager

Un Food Manager insieme a dei cuochi

Chi è il Food Manager? Una figura professionale che unisce competenze tecniche alle conoscenze manageriali nella filiera alimentare. Lo si diventa con un master, il primo in Italia lo ha organizzato l’Università Carlo Catteneo LIUC di Castellanza, che inizia il 21 gennaio 2013 in collaborazione con l’Associazione italiana di tecnologia alimentare e il patrocinio del Consiglio dell’Ordine nazionale dei tecnologi alimentari.

Il master in Food Management della LIUC punta a formare nuovi profili professionali di tecnici e manager dei processi dell’industria alimentare con una preparazione più ampia e trasversale alle diverse aree funzionali. Il corso nasce dall’esigenza manifestata dalle aziende alimentari di disporre di figure in grado di superare le barriere di competenza fra i tecnici (tecnologi alimentari, chimici, biologi) e i manager delle produzioni alimentari industriali.  

Cinque le aree tematiche che verranno analizzate durante lo svolgimento delle lezioni: gestione strategica dei prodotti alimentari; performance economico-finanziarie; politiche di prodotto nel food; industria alimentare e consumer science; competenze trasversali.

Cinque anche i docenti che compongono il comitato scientifico del master: Giuseppe Toscano (Pricing & Costing – Università Carlo Cattaneo LIUC); Sebastiano Porretta (SSICA – Parma); Fernando Alberti (Strategia – Università Carlo Cattaneo LIUC) e Annamaria Vinci (Pricing & Costing – Università Carlo Cattaneo LIUC). Whirlpool è premium partner; sponsor Autogrill, Illy e Peroni.

“Quando si parla di food stream non si può immaginare un processo segmentato e privo di comunicazione fra i singoli momenti – ha affermato Mauro Piloni di Whirlpool –; per questo, come azienda leader nel mondo degli elettrodomestici e attore nella filiera alimentare, puntiamo ad avere tra le nostre professionalità profili in grado di valutare l’impatto di scelte tecniche in termini di competitività economica”.

Link utili / liuc.it

Pubblicato da Michele Ciceri il 19 gennaio 2013