Cadillac ELR 2014, l’ibrida di lusso

E’ stata svelata al Salone di Detroit 2013, l’attesissima Cadillac ELR 2014, il connubio perfetto tra automobile di lusso e propulsione elttrica. La Cadillac ELR 2014 è prodotta nello stabilimento General Motors di Detroit-Hamtramck, debutterà sul mercato statunitense alla fine del 2013 mentre sfreccierà sulle strade di Europa e Asia all’inizio del 2014.

GUARDA LE FOTO DELLA CADILLAC ELR 2014

La Cadillac ELR sarà l’auto plug-in hybrid più lussuosa del mercato. Proprio come la Chevrolet Volt, anche la Cadillac ELR 2014 si basa su piattaforma EREV (Extended Range Electric Vehicle), in fondo, Chevrolet e Cadillac sono prodotte dallo stesso gruppo, quindi non è difficile notare delle linee simili.

La piattaforma EREV elimina tutte le preoccupazioni circa l’autonomia: nella configurazione della Cadillac ELR 2014 la configurazione è stata portata a 207 cv e 400 Nm di coppia. Il propulsore a benzina 1,4 litri da 86 cv lavora in sintonia con due motori elettrici e ha il compito di generare energia. Così, il motore a benzina generatore e la batteria agli ioni di litio da 16,5 kWh a forma di T, posta nel tunnel centrale dietro i sedili posteriori, garantiscono un’autonomia di 56 chilometri che grazie al dispositivo Range extender, diventano 480 chilometri di autonomia!

Anche i tempi di autonomia sono considerevoli: 4 ore e 30 minuti se l’automobile è caricata dalla classica presa 240 V. Volendo contiuare i paragoni con la Chevrolet Volt, la Cadillac ELR 2014 è equipaggiata con ammortizzatori firmati ZF ed è dotata di un asse anteriore HiperStut, inoltre anche gli interni abbracciano il lusso, i materiali utilizzati sono pelle, fibre vegetali e fibre di carbonio. Il prezzo non è stato ancora comunicato ma ci aspettiamo cifre elevate, basta pensare che la classica berlina 2 vol. Cadillac arriva a costare 83.000 euro e parte da 50.300 euro!

GUARDA LE FOTO DELLA CADILLAC ELR 2014

La cadillac ELR 2014 potrà essere gestita in remoto e controllata online o con apposite applicazioni installate su tablet e smartphone. Tra le modalità di guida, segnaliamo Hold mode che affiancando il generatore elettrico con l’alimentazione a benzina, rende l’auto perfetta per i percorsi misti che prevedono tratti cittadini e su autostrada.

Pubblicato da Anna De Simone il 19 gennaio 2013