Mycestro, il Mouse 3D che s’indossa

Tablet e smartphone sono di gran moda. I telefoni cellulari negli ultimi decenni hanno rivoluzionato il loro aspetto, il display touchscreen ha introdotto un nuovo sistema di navigazione, i notebook di ultima generazione hanno reso i computer portatili ancora più compatti e “ultraslim”.

Nel mondo della tecnologia, ciò che è rimasto invariato nel tempo è il mouse. Certo, oggi vi sono dei modelli senza fili e i mouse meccanici (per intenderci, quelli “a pallina” che incorporano una sfera metallica rivestita di gomma) hanno lasciato il posto ai mouse ottici ma nel complesso, l’estetica del mouse non è cambiata di molto.

A stravolgere l’estetica del mouse ci sta pensando una campagna su Kickstarter. Gli sviluppatori del gruppo LLC hanno proposto un mouse 3D che si adatta alla forma del dito indice e consente di controllare il computer mediante semplici gesti delle mani; il mouse 3D è stato battezzato “Mycestro“. Gli avanguardisti dell’era tecnologica hanno la possibilità di aggiudicarsi uno dei primi prototipi del mouse Mycestro a un prezzo di 79 dollari.

Il Mycestro si indossa sul dito indice, quasi come se fosse un ditale per cucito. Una volta indossato, Mycestro potrà essere il collegamento supplementare tra l’uomo e la macchina. Mycestro può essere gestito con il pollice, lateralmente, il mouse porta un pannello sensibile al tocco, basterà sfiorarlo per lanciare un programma o eliminare una cartella.

Tasto destro? Tasto sinistro? Sono entrambi incorporati nel pannello sensibile al tocco. L’utente potrà personalizzare i comandi gestuali programmandoli in base alle loro preferenze. Mycestro è il primo aggiornamento ultra high-tech del mouse. Un mouse indossabile significa scordare a casa il tappetino, significa meno ingombro sulla scrivania e quando smanettiamo al notebook al bar, non dobbiamo più preoccuparci di dove poggiare la tazza di caffè.

La fonte di alimentazione di Mycestro è una batteria che può essere ricaricata mediante un connettore USB, dato l’esigua quantità di energia elettrica necessaria, questa può essere facilmente fornita con un dispositivo ricaricabile che sfrutta energia pulita.

Mycestro è compatibile, non solo con notebook e PC ma anche con iPod Touch di quinta generazione, iPad 3 o successivi e iPhone 4S e 5: si collega mediante tecnologia bluetooth Low Energy con protocollo 4.0.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 27 febbraio 2013