Mughetto: fiori, coltivazione e significato

mughetto

Mughetto, fiore profumato e simpatico, ottimo anche se non classico, per i bouquet da sposa, ingrediente per rimedi naturali e ospite dei nostri giardini. Non è affatto facile da coltivare ma è comunque molto diffuso nei giardini perché fiorisce in modo meraviglioso ed emanando un profumo unico. Infatti è usato anche nel campo della cosmetica anche se risulta velenoso in ogni sua parte. Il nome scientifico del Mughetto è Convallaria.



Mughetto: il fiore

Il fiore del Mughetto spunta in primavera su un gambo che cresce tra due foglie. Più che di fiore, dobbiamo parlare di fiori, perché compaiono in gruppo, in bianco, con una classica forma a campanula. Hanno un intenso profumati ed è impossibile non accorgersi della moro nascita.

Guardando meglio possiamo notare che ogni fiore ha sei piccoli lobi, ripiegati verso l’esterno. Verso l’estate dai fiori nascono piccoli frutti tondi, non bianchi ma di un vivace rosso e che custodiscono dei semi scuri. Per il Mughetto, inteso come pianta, esistono quattro specie ma quelle che vengono coltivate a livello agricolo sono la Majalis e la Japonica, la prima arriva anche a 20 cm di altezza.

Le foglie in tutte le specie hanno una caratteristica forma ovale allungata, compaiono sempre appaiate e hanno un colore verde molto chiaro che si accosta delicatamente al bianco dei fiori. Di solito bianco, sì, ma in commercio potrete trovarne anche di rosa.

mughetto

Mughetto: coltivazione

Come ho voluto premettere, per non creare illusioni ai pollici poco verdi, il Mughetto non è una pianta semplice da coltivare ma c’è di buono che sa auto-disseminarsi ed espandersi attraverso le radici, riuscendo a farsi spazio da solo. Si arrangia, per sbocciare poi, profumatamente.

Preferisce posizioni ombreggiate o semi-ombreggiate, fresche e abbastanza luminose, non soffre molto il freddo ma deve essere annaffiato con estrema regolarità, senza mai esagerare. Il terreno migliore per il Mughetto è quello calcareo, soffice e ricco di humus. Come pianta perenne, originaria dell’Asia, non è vittima di parassiti o di malattie, non in modo particolare, almeno, e anche gli insetti raramente lo infastidiscono se non verso la primavera, con moderazione, le chiocciole o le limacce.

Mughetto: fioritura

Il fiore, lo abbiamo già conosciuto, ma per ammirarlo dal vero, dal vivo, occorre aspettare il periodo di fioritura che dura al massimo un mese e inizia a primavera avanzata. Già a metà estate ci sono i frutti al posto dei fiori e i semi entro la fine della stagione sono pronti per la generazione di Mughetto successiva.

mughetto

Mughetto: significato

Partiamo dal significato terra a terra e reale del nome vero di questo fiore: Convallaria. Questo termine deriva dal latino “convallis” e fa riferimento all’habitat di origine di questa pianta. Infatti il nostro Mughetto cresce e vive nelle valli alpine, spontaneamente, e lo si trova a proprio agio nelle aree in cui le temperature sono fresche e ha a disposizione posizioni da occupare che siano ombreggiate fino alla fine della primavera.

Passando al lato leggendario di questo fiore, si narra che i mughetti siano le lacrime della Vergine versate sotto la croce, inoltre in alcune regioni della Francia si usa portare un rametto di Mughetto all’occhiello il primo giorno del mese di Maggio per dare il benvenuto alla bella stagione dei fiori.

Mughetto per la sposa

Se Grace Kelly e Kate Middleton hanno scelto un bouquet nuziale con mughetti, significa che è lecito farlo? Non saprei, ad ogni modo è un fiore che ben si colloca anche in compagnia di altri colleghi più abituati alle cerimonie come la rosa o le calle.

Nessuno ci vieta di scegliere un bouquet monofiore ai mughetti, completato con un semplice nastro in raso dello stesso colore dell’abito ma potete anche optare per delle coppie di fiori. Ad esempio possiamo associarlo alla rosa ma io preferisco bouquet da sposa con mughetti e fiori d’arancio oppure con tulipani rosa.

mughetto

Mughetto: rimedi naturali

Oltre che in numerosi prodotti di cosmetica, questo fiore, sia in rosa, sia in bianco, può essere usato sia in medicina che in omeopatia. Di solito gli si attribuiscono proprietà cardiotoniche e stimolanti per gli organi digestivi.

Mughetto: profumo per donna

Il profumo del Mughetto è intenso, non può che coinvolgere e coinvolgerci, deve piacere e se così è possiamo provare il profumo al mughetto bianco di Laurence Dumont: chi ci incontra, si dimenticherà difficilmente di noi e ci assocerà al bianco e alla primavera.

Olio fragrante di mughetto

Per chi non vuole avere una fragranza così forte e intensa addosso ma ama vivere in un ambiente fiorito ogni mese dell’anno, c’è l’olio al Mughetto, pochi euro e trasforma la casa in un giardino perennemente primaverile. 

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articoli correlati che potrebbero interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 14 settembre 2016