Meixi Lake, la smartcity made in China

La Cina sembra essere immune alla crisi economica che si sta abbattendo sul globo, anzi, pare che questo paese vada molto d’accordo con le smartcity così si appresta ad allestirne un’altra.

Dopo aver progettato una piccola città in pieno deserto, la Cina sta per costruire Meixi Lake, un’altra smartcity destinata a sorgere nella Provincia di Hunan, lungo le sponde del lago Meixi. La location non è casuale, la smarcity Meixi Lake ricaverà dal bacino idrico Mexi tutte le risorse energetiche e idriche.



In Cina è pronta a sorgere una nuova future City, nei pressi di Changsha. E’ già stata annunaciata la posa della prima pietra di Meixie Lake, la città destinata ad accogliere circa 180.000 abitanti. Il progetto è stato portato a termine dagli architetti del Kohn Pederson Fox Associates, affiancati dal team di Arup.

La città sorge sulle rive del lago Meixi, bacino idrico che giocherà un ruolo fondamentale nella vita di tutti i cittadini di Mexie Lake: i trasporti della terra ferma saranno perfettamente integrati con quelli d’acqua e saranno all’insegna della sostenibilità ed efficienza energetica. I bacini idrici caratterizzeranno l’intera città e forniranno energia pulita alle abitazioni.

La future city si svolgerà in agglomerati urbani composti da circa 10 mila abitanti ciascuno. Oltre alla produzione energetica idroelettrica, a soddisfare il fabbisogno energetico degli abitanti ci penseranno impianti geotermici e numerosi pannelli fotovoltaici. L’energia pulita, sarà purtroppo integrata con energia da fonti non rinnovabili provenienti dalla rete.

L’idea è quella di minimizzare le emissioni nocive offrendo una rete di trasporto pubblico fortemente integrata. Lo sviluppo concentrico della città dovrebbe ottimizzare la rete di trasporto pubblico anche fluviale, non mancheranno piste ciclabili, pedonali e servizi come il bike- e car-sharing.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 dicembre 2012