Malva, coltivazione delle pianta

malva coltivazione

Malva, coltivazione della pianta. Consigli su come coltivare la malva in vaso o in giardino. Caratteristiche della pianta e suggerimenti su come preparare infusi e tisane a partire dalla malva essiccata.

Malva, pianta

La malva è una pianta erbacea biennale o perenne. La sua altezza è compresa tra i 60 e gli 80 cm. Presenta fusti eretti ma talvolta prostrati sul terreno. La sua radice ha uno sviluppo a fittone.

Il suo nome botanico è Malva sylvestris anche se si tende a coltivare la sottospecie Malva silvestris Mauritiania, della quale sono diffuse molte varietà, alcune dai fiori davvero grandi. In genere, la sottospecie Mauritiana presenta fiori e foglie più grandi.

I fiori di malva sono composti da cinque petali, di colore rosa violaceo, a volte anche lilla o viola e con striature rossastre. Il colore malva, infatti, vede una tonalità violacea ispirandosi proprio a questo fiore.

La fioritura della malva inizia a primavera. I fiori si sviluppano scalarmente fino al termine dell’estate.

La malva è una pianta spontanea che cresce negli ambienti più disparati. E’ una pianta termofila e di grande adattamento. Per la sua rusticità è facile da coltivare.

Durante una passeggiata all’aria aperta, non ti sarà difficile notare delle piante di malva: crescono sui prati, su terreni incolti, pascoli, radure… ma anche sui bordi di strade e campi.

Malva, coltivazione

La coltivazione dura due o più anni. Quando decidi di coltivare la malva per più anni, sappi però che più la pianta è vecchia e più diventa sensibile a diverse malattie (soprattutto agli attacchi di ruggine).

In agricoltura, i fornitori di foglie e fiori di malva per grossisti, erboristerie e laboratori, coltivano la malva rinnovando la coltivazione ogni anno proprio per evitare malattie e garantirsi un prodotto sano.

La coltivazione di malva può essere avviata sia per semina diretta (in giardino, in vaso o in pieno campo) sia per semina in serra per poi trapiantare le piante di malva già sviluppate.

Semi di malva

semi di malva sono piccolissimi, infatti la raccolta dei semi può essere un po’ complicata proprio per questo. Pensa che il peso di 1.000 semi di malva ammonta a circa 2 grammi.

Se decidi di seminare la malva direttamente nell’orto (in pieno campo o in vaso, ma all’esterno), allora potrai proseguire alla semina tra aprile e maggio. Puoi anticipare la semina qualora dovessi operare in ambiente protetto come una serra o dei contenitori alveolati da tenere in casa a ridosso di una finestra luminosa.

I semi di malva impiegano circa 15 giorni per germinare e produrre la prima finta foglia, il cotiledone. I tempi di germinazione dei semi di malva aumentano se il terreno non è sufficientemente umido.

Dopo la semina, infatti, dovrai provvedere a irrigare il terreno evitando, però, getti d’acqua diretti che potrebbero spostare i piccolissimi semi.

Se semini in ambiente protetto (in vaso o in piccoli contenitori) puoi usare un nebulizzatore, mentre se semini in pieno campo cerca di spruzzare l’acqua senza creare inondazioni.

semi di malva sono facili da trovare presso i consorzi agrari o sfruttando la compravendita online. Su Amazon, per esempio, delle bustine di semi di malva si comprano con pochi euro. Per tutte le informazioni ti invito a visitare la pagina semi di malva sylvestris su Amazon. Tra le tante offerte vi è un rivenditore che propone bustine a 3,50 euro della specie Malva silvestris Mauritiania, quindi con fiori e foglie più grandi e una maggiore disponibilità di principi attivi.

Come concimare la malva

La malva non richiede particolari cure. Per incrementare la produzione di foglie puoi somministrare un concime a base di letame (concime organico) mentre se al contempo vuoi stimolare produzione di foglie e di fiori dovrai usare un concime dall’apporto bilanciato di Azoto, Fosforo e Potassio (NPK con rapporto 4-6-6).

L’Azoto (N) aiuterà la vegetazione e lo sviluppo di nuovi tessuti fotosintetici. Il fosforo aiuterà a sostenere un buon vigore della pianta mentre il potassio e i microelementi miglioreranno le fioriture. Un concime di questo genere è l’ideale per avere fioriture abbondanti, mentre per garantire sviluppo di radice e foglie, prima della semina, ti consiglio di apportare del compost ben maturo, letame o altra materia organica al terreno.

I concimi con rapporto NPK 4-6-6 sono facili da reperire. Su Amazon, un flacone da un litro si compra per 5,65 euro e spese di spedizione gratuite. Ancora una volta, vi rimandiamo alla pagina ufficiale: Gesal, concime per gerani (sulla confezione c’è scritto gerani ma, in realtà, puoi usarlo anche per altre piante da fiore! Ci sono anche concimi specifici per piante erbacee perenni come la Malva ma sono più costosi e hanno un identico apporto di microelementi). A prescindere dal prezzo, fai a attenzione a somministrare un concime in grado di apportare sia azoto (presente in abbondanza nei concimi organici) sia minerali come il potassio.

Come coltivare la malva

Nel dedicare un angolo del giardino a questa pianta, tieni presente che in un metro quadrato puoi ospitare 4 – 6 piante. Per la coltivazione da reddito, puoi porre le piante di malva su file distanziandole 25 cm l’una dall’altra.

Piante di malva in vaso

Preferisce terreni sciolti e ricchi di sostanza organica. Il vaso dovrà essere posizionato con esposizione soleggiata.

Malva, proprietà dell’infuso e della tisana

Se, in giardino, hai delle piante di malva, puoi utilizzarle per preparare delle ottime tisane infusi. Per la preparazione ti basterà essiccare la malva e tritarla. La dimensione giusta dei frammenti di malva va dai 2 ai 6 mm così da ottenere un infuso di malva ben concentrato e senza sprechi di principi attivi. Si possono fare tisane a base di foglie, fiori o entrambi.

Per tutte le proprietà benefiche della malva e su eventuali controindicazioni, ti rimando alla pagina Malva, rimedi naturali.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 17 maggio 2017