Malattie del geranio

malattie gerani

Malattie del geranio: consigli per prevenire e combattere le malattie più comuni che possono attaccare il geranio in vaso o in piena terra.

Chi abita nel meridione d’Italia può coltivare i gerani all’aperto, in giardino, direttamente in piena terra. Chi, invece, non può godere di un clima mite tutto l’anno, sarà costretto a coltivare gerani in vaso da spostare prontamente all’esterno verso il mese di aprile, quando le temperature esterne si saranno addolcite e soprattutto, quando il rischio di gelate tardive è ormai passato.

Come prevenire le malattie dei gerani

Per prevenire la comparsa di malattie è opportuno cambiare il terriccio (anche senza fare il rinvaso), il rinnovo dovrà essere eseguito aggiungendo del terriccio già concimato oppure del terreno specifico per piante ornamentali da fiore con l’aggiunta di concime così come spiegato nell’articolo su come curare i gerani.

Nota bene: il terriccio universale non è molto adatto ai gerani perché non ha la capacità di trattenere i nutrimenti. Usa un terriccio specifico o per piante ornamentali da fiore. Neanche il terriccio per piante verdi è indicato.

Oltre al rinnovo annuale del terriccio, dovrete provvedere a ripulire il pane radicale, eliminando la terra vecchia e soprattutto provvedendo ad allargare leggermente le radici tagliando le radici morte o marce.

In pratica, ogni anno si dovrà eseguire una potatura dell’apparato radicale lasciando solo le radici turgide e vive. Per facilitare il drenaggio, sul fondo del vaso bisognerà predisporre 1 cm di argilla espansa o ghiaietto.

I gerani ammassati sono più inclini ad ammalarsi, quindi è giusto conferire alle piante uno spazio opportuno. Quanto deve essere grande il vaso per coltivare i gerani? In una fioriera da 50 cm trovano spazio due piante di geranio.

Malattie del geranio

Le malattie più comuni che possono attaccare i gerani sono:

  • Ruggine
  • Carenza o eccesso di concime
  • Marciumi radicali
  • Parassiti minori come afidi, aleurodidi e cocciniglie
  • Farfallina del geranio (Cacyreus marshalli)

In caso di macchie di ruggine sulle foglie, sappiate che la ruggine del geranio si combatte esattamente come visto nell’articolo dedicato alla Ruggine delle rose, in pratica dovrete eseguire trattamenti con prodotti a base di rame, da eseguire, a scopo preventivo, anche nella primavera successiva. Per non cadere in errori di concimazione, nell’articolo su come curare i gerani troverete la formulazione ideale per concimare queste piante.

I marciumi radicali si risolvono con due strategie già segnalate:

  • Potatura dell’apparato radicale
  • Impiego di terriccio idoneo
  • Aggiunta, sul fondo del vaso, di un cm di ghiaietto o argilla espansa per facilitare il drenaggio dell’acqua
  • irrigazioni solo al bisogno

I parassiti minori si contrastano con un buon arieggiamento e ciò comporta anche la potatura.

Come potare il geranio

In realtà non si può parlare di una vera e propria potatura, ma solo di tagli di sfoltimento. Le piante hanno bisogno di tagli decisi, eliminando i fusti intrecciati, fusti eccessivamente lunghi, spogli, gracili, secchi o lesionati.

I gerani zonali hanno bisogno di una potatura più sensibile: vanno potati corti lasciando solo circa 10 cm di lunghezza a ogni fusto.

I gerani ricadenti, invece, vedono potature meno sensibili e i fusti vanno lasciati più lunghi. Ciò significa che nei gerani edera (gerani a foglia d’edera) e i gerani parigini, bisognerà tagliare quasi 2/3 della lunghezza del fusto.

Farfallina del geranio

Tra le malattie del geranio, la più terribile è legata alle infestazioni della farfallina Cacyreus marshalli. Durante la potatura del geranio, se si notano buchi d’ingresso di questa larva, eliminate direttamente l’intero fusto colpito.

Purtroppo non è facile usare rimedi naturali contro la farfallina del geranio in quanto, la gran parte di rimedi naturali devono entrare in contatto con il parassita. Le larve si trovano nei fusticini e diventa davvero difficile un trattamento a base di piretro o macerati naturali.

Nostra malgrado siamo costretti a suggerire l’impiego di pastiglie a base di sostanze insetticide da inserire direttamente nel terreno. Queste pastiglie rilasciano gradualmente il principio attivo che andrà a eliminare le farfalline di geranio e impedire la deposizione di nuove uova.

Dove comprarle? Questa pastiglie si comprano in qualsiasi Garden Center e anche su Amazon. Tra i migliori prodotti a rilascio graduale segnaliamo il “Combi Stick” della Bayer che, oltre a rilasciare un principio attivo insetticida, nutre il terreno con composti utili per piante da fiore come il geranio. Per tutte le informazioni è disponibile la pagina ufficiale Amazon dedicata al “Combi Stick“.

Nota bene: l’insetticida è a rilascio graduale, quindi non bisogna avere fretta e soprattutto non bisogna eccedere con le dosi. Se avete più gerani vicini, inserite una pastiglia a scopo preventivo anche nelle piante sane.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 maggio 2018