Lampade a risparmio energetico

Sembra banale ma una lampadina può davvero fare la differenza. Sostituendo adeguatamente l’intero impianto di illuminazione domestico, si potranno ridurre i consumi fino al 90%. Sono i piccoli gesti che fanno la differenza, vi basterà pensare che utilizzando le cosiddette “ciabatte”, prese multiple per la corrente elettrica, si andrà incontro a un grosso risparmio energetico che tradotto in termini economici, vi consentirà di risparmiare più di 60 euro all’anno.

Quello delle “ciabatte” è solo un esempio, vi sono tantissimi modi per risparmiare energia elettrica, tra questi, il principale, probabilmente, è l’adozione di un sistema di illuminazione ad alta efficienza energetica.

Chi questo 2012 ma anche gli anni passati, ha seguito Sanremo, sa di cosa sto parlando. Mi riferisco alle lampade ad alta efficienza energetica Beghelli che consumano oltre l’80% in meno di una lampadina convenzionale e che offrono prestazioni luminose e durata superiore. Per risparmiare sulla bolletta elettrica basterà sostituire le classiche lampadine ad escandescenza, che ormai sono anche fuori commercio, con lampadine a basso impatto ambientale.

Beghelli, oltre a essere lo sponsor ufficiale di Sanremo, è un’azienda italiana che opera fin dal 1982 nel settore della sicurezza e del lavoro. Ovviamente le lampade a basso consumo Beghelli non sono le uniche ad alta efficienza energetica presenti sul mercato ma ciò che invitiamo a fare, è una semplice comparazione! Le lampadine più diffuse in casa, sono da 30 watt, lampadine dallo stesso taglio e dalla stessa luminosità, con la tecnologia ad alta efficienza, consumano soltato 4 watt e garantiscono la medesima intensità luminosa. Ottime prestazioni sono offerte anche dalla linea a risparmio energetico della Philiphs.

Le lampade a risparmio energetico durano una vita, anche se in un primo momeno il prezzo può sembrare eccessivo -la linea beghelli ad alta performance parte da un prezzo di circa 9 euro-, il prezzo rientrerà presto con risparmio in bolletta e durata del dispositivo. Qualsiasi negozio di elettronica ben fornito potrà offrirvi un’ampia scelta di lampade a risparmio energetico, per capire quale comprare, date sì un occhio al prezzo, ma comparate tre parametri: durata, intensità luminosa garantita e potenza in watt. Acquistate la lampadina che vi darà il miglior rapporto così sarete sicuri di risparmiare sulla bolletta elettrica!

Pubblicato da Anna De Simone il 20 febbraio 2012