La spallata di tablet e smartphone a laptop e consolle

 

Tablet contro notebookDifficile dire se la tendenza è green oppure no, fatto sta che le vendite di smartphone e tablet stanno crescendo ben oltre le previsioni e tra gli analisti del settore c’è chi definisce “impressionante” la penetrazione nel mercato di questi dispositivi tra tutte le fasce di utenti. A farne le spese sono i pc portatili e le consolle di gioco.

Secondo una recente ricerca della compagnia ABI Research, entro la fine del 2012 i soli tablet potrebbero raggiungere una vendita complessiva stimata tra i 102 e 110 milioni di dispositivi nel mondo, superando in questo modo i computer portatili e dimostrando come questo sia il dispositivo di riferimento in futuro per gli utenti mobile. Per quanto riguarda gli smartphone, il primo trimestre 2012 ha fatto registrare un +41% con 144,6 milioni di pezzi venduti nel mondo.

A spingere le vendite di tablet e smartphone pare esserci anche il sempre maggiore utilizzo di questi dispositivi per il gioco, a scapito delle tradizionali consolle dedicate al mobile gaming.  Nel 2013 sono previsti 38 milioni di dispositivi-consolle Sony e Nintendo, un numero decisamente inferiore rispetto ai 47 milioni di unità nel 2008. Nel corso del 2013 le vendite di consolle potrebbero inoltre diminuire leggermente.

Fatto sta che Sony e Nintendo incassano il colpo, mentre Apple e Samsung se la ridono. A beneficiare del vento in poppa sembrano infatti essere solo loro due, che si contendono il 55% del mercato smartphone nel primo trimestre 2012 e oltre il 90% dei profitti del mercato.

La classifica delle vendite di smartphone stilata da Abi Research è la seguente: Apple 35 (milioni di pezzi venduti nel Q1 2012); Huawei 6.8; Nokia 11.9; RIM 11.1; Samsung 43; Sony 7; ZTE 4.9. Tra i primi dieci costruttori, solo Samsung e Sony hanno registrato una crescita rispetto al Q4 2011. Nokia invece ha registrato un calo del 40% e rischia il sorpasso da parte di RIM, anch’esso in difficoltà a fronte di un laconico -20 per cento.

 A cura di Michele Ciceri

Pubblicato da Michele Ciceri