Kit di irrigazione da balcone

kit irrigazione balcone

Tutte le piante hanno bisogno d’acqua, anche quelle sul tuo balcone, probabilmente è per questo che hai digitato sul motore di ricerca le parole << kit irrigazione balcone >> o qualcosa di simile. Ti diamo subito due notizie. La prima è che in commercio troverai dei kit per l’irrigazione delle piante in balcone pronti all’uso, ma questi potrebbero non soddisfarti a pieno. La seconda notizia è che puoi costruirti da solo un kit d’irrigazione da balcone rispettando al 100% tutte le tue esigenze.

Il modo migliore per irrigare le piante in balcone consiste nello sfruttare un sistema di irrigazione a goccia. I sistemi di irrigazione a goccia sono particolarmente utili per le piante in balcone perché consente di erogare acqua solo quando e dove serve, l’acqua è somministrata in piccolissime quantità cosicché, eliminando qualsiasi eccesso, non solo si otterrà un notevole risparmio idrico, inoltre non ci saranno fastidiosi ingombri o fanghiglie.

Mentre nelle coltivazioni in piena terra gli eventuali eccessi d’acqua verrebbero assorbiti dal terreno senza alcuna conseguenza, nel caso di terrazze e balconi, le eccedenze finiscono alla lunga per danneggiare le strutture murarie o colare sul piano inferiore distruggendo i rapporti di buon vicinato.

Ricorda, qualsiasi kit d’irrigazione da balcone ha bisogno di un rubinetto a cui allacciarsi, quindi ricordati di predisporre un ulteriore rubinetto nel punto in cui ti collegherai alla rete idrica.

Un kit d’irrigazione da balcone basato sul sistema a goccia è costituito da un tubo principale, un paio di raccordi, alcuni tubicini più piccoli e dei gocciolatoi, uno per ogni pianta.

-Acquista un tubo dalla sezione di 1/2″, questo dovrà essere abbastanza lungo da partire dal rubinetto e seguire il percorso dei vasi, dal primo all’ultimo.
-Acquista un tappo, servirà per troncare il percorso del tubo principale appena descritto.
-Compra dei tubicini più piccoli, dalla sezione di 1/4″. Dovranno essere abbastanza lunghi da diramarsi dal tubo principale fino a raggiungere la pianta da innaffiare.
-Picchetto e gocciolatoi, ogni tubicino deve terminare con un picchetto che fissa il tubicino al terreno e un gocciolatoio capace di erogare, goccia a goccia, l’acqua.

Se il balcone è molto lungo o disponete di una terrazza spaziosa, potrebbe servirti un raccordo a T da porre sul tubo principale per innestare un tubo secondario sul raccordo.

Per programmare le irrigazioni, basterà collegare al kit di irrigazione da balcone appena descritto un Timer con centralina.

Pubblicato da Anna De Simone il 18 aprile 2014