Italo no stop a Roma Termini

italo

I treni di Ntv passano anche da Roma Termini. Domenica 15 giugno alle 6,40 parte dal binario 10 della stazione più importante d’Italia il primo Italo no stop in direzione Milano. Alle 10,15, stesso binario, è previsto il primo arrivo da Milano.

Finora Ntv si serviva a Roma delle sole stazioni Ostiense e Tiburtina, con Roma Termini il network degli scali si allarga al centro storico della città dalla seconda stazione d’Europa per numeri di passeggeri/anno (150 milioni).

Per i convogli che passano da Roma Termini, Ntv ha puntato sugli Italo no stop senza fermate intermedie tra Roma e Milano. L’orario estivo prevede due corse verso nord:

  • Italo no stop delle 7,03 da Milano Garibaldi (partenza alle 6,15 da Torino Porta Susa) con arrivo a Roma alle 10,15 (proseguimento per Napoli con arrivo alle 11,36 e per Salerno con arrivo alle 12,26).
  • Italo no stop delle 18,03 da Milano con arrivo a Roma Termini alle 21,15.

Per le corse in direzione sud gli orari sono questi:

  • Italo no stop delle 6,40 da Roma Termini con arrivo a Milano Porta Garibaldi alle 9,54 (proseguimento per Torino Porta Susa con arrivo alle 10,44);
  • Italo no stop delle 14,40 da Roma Termini (proveniente da Napoli) con arrivo a Milano Porta Garibaldi alle 17,44 (proseguimento per Torino con arrivo alle 18,44).

Si tratta di Italo no stop Milano-Roma, ma tutte e quattro le corse prevedono anche una fermata intermedia a Milano Rogoredo e Roma Tiburtina.

Quando entrerà in vigore l’orario invernale il 15 dicembre i 2 treni Italo no stop in partenza da Termini diventeranno 6 (altrettanti in partenza da Milano Garibaldi) per 12 treni giornalieri in totale tra Milano e Roma, sei in direzione Nord Sud e sei in direzione Sud Nord.

Ntv ha annunciato che aprirà una Casa Italo nche alla stazione di Roma Termini. Nel frattempo è presente in piazza dei Cinquecento, dove si trova l’ingresso principale, anche con una biglietteria e un desk di informazioni e assistenza ai viaggiatori.

È interessante notare che secondo il Libro Bianco sulla Mobilità e i Trasporti presentato a giugno da Eurispes, le valutazioni positive sulla qualità del servizio fornito dai treni prevalgono su quelle negative. C’è da pensare che a far prevalere la positività sia stato il servizio dei treni ad alta velocità Frecciarossa e Ntv più che i convogli pendolari.

Questo fa pensare che gli italiani amano sempre più il treno, anche se i numeri oggi non lo confermano ancora abbastanza: il 45,2% degli intervistati per l’indagine Eurispes lo usa qualche volta, il 6,8% spesso, l’1,9% sempre per i propri spostamenti. Ma c’è anche un 42,9%, di italiani che il treno non lo usa mai.

Pubblicato da Michele Ciceri il 14 giugno 2014