Irrigatore a bottiglia, ecco come costruirlo

irrigatore a bottiglia

Un irrigatore a bottiglia può essere molto utile per automatizzare l’irrigazione in vista di un breve vacanza fuori casa.

In commercio esistono alcuni kit per realizzare irrigatori a bottiglia o addirittura flaconi in plastica già pronti all’uso. Chi non intende fare “spese” extra può provvedere a costruire un irrigatore a bottiglia sfruttando ciò che ha in casa. 

Ecco cosa occorre per costruire un irrigatore a bottiglia:

-Un flacone o una bottiglia
-Spago
-Paletti di plastica, metallo o legno
-Attrezzi da lavoro vari (forbici, coltello, spillo, cacciavite a stella…)
-Fil di ferro e pinze (opzionale)

Premessa
Se intendete impiegare un vecchio flacone del detersivo, sarà necessario lavarlo più e più volte e assicurarsi di aver rimosso ogni traccia del detergente chimico contenuto.

Se la pianta da irrigare ha un tutore o possiede un tronco sufficientemente robusto, non sarà necessario alcun paletto. I paletti di plastica o in altro materiale, servono a supportare il flacone o la bottiglia, ma se la pianta ha un tutore o possiede un tronco già sviluppato, basterà usare lo spago per “legare” il flacone al tronco o al tutore.

Se la pianta non ha un tronco ben sviluppato, ne’ tutore, assicuratevi di piantare i paletti accanto alla pianta rispettando la giusta distanza dal fusto per evitare problemi di danneggiamento all’apparato radicale.

Come procedere
Prendete il tappo della bottiglia o del flacone. Operate al centro del tappo un buco sfruttando un attrezzo appuntito come un cacciavite o uno spillo. Per facilitare il lavoro potreste scaldare la punta dello spillo con un accendino, il calore rende la plastica più lavorabile.

Prendete un piccolo pezzo di spago e infilatelo nel foro appena operato. All’interno del tappo, realizzate un nodo allo spago: lo spessore del nodo dovrà essere più ampio di quello del buco così da non far cadere lo spago. Mantenendo il flacone al rovescio, avvitate il tappo. Lo spago funzionerà da “dosatore” idrico.

Mantenendo sempre la bottiglia capovolta, operate un ulteriore foro sul fondo del flacone.

Adesso siete pronti a installare il vostro irrigatore a bottiglia:
Con una cordicella o dello spago abbastanza robusto (va bene anche del fil di rame o ferro, ma per fissarlo vi servirà una tenaglia/pinza), fissate il flacone al paletto che avete piantato in precedenza.

Riempite la bottiglia d’acqua sfruttando il foro sul fondo e aiutandovi con un imbuto.

L’acqua fluirà molto lentamente dal foro che avete operato e che avete sapientemente colmato con dello spago permeabile. Per il benessere della pianta, non è tanto importante la quantità d’acqua che le arriva quanto la costanza dell’apporto.

Riempite la bottiglia settimanalmente.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 agosto 2014