Gli innesti delle piante, cenni e istruzioni

innesti piante

Quella degli innesti è una pratica agronomica molto diffusa per la moltiplicazione agamica delle piante. Con gli innesti si realizza una fusione fisica di due piante differenti dove una è detta portinnesto e costituisce la parte basale della pianta mentre l’altra è detta nesto ed è la parte aerea. 

Gli innesti delle piante si praticano immettendo sul portoinnesto un ramo o una gemma del nesto. Alla fine dell’innesto si otterrà una pianta formata da due porzioni diverse. Gli innesti si praticano facendo saldare tra loro queste due porzioni: l’agronomo pratica un taglio sul portoinnesto e da qui si crea un callo che unisce le due parti.

Il taglio è un elemento cruciale per l’innesto: l’attecchimento del nesto dipende proprio dalla qualità del taglio che non deve spingersi oltre la corteccia ma soprattutto che deve essere compatibile con la forma del nesto. Il taglio praticato nel portainnesto deve essere perfettamente coincidente con il nesto, sia esso una gemma o un ramo.

Il periodo migliore per praticare un innesto è solitamente la primavera o la fine dell’estate. I mesi di agosto e settembre sono l’ideale per praticare innesti su piante da frutto.

I tipi di innesto sono molteplici, se siete alle prime armi, l’ideale sarebbe iniziare con un innesto a gemma, più facile da operare (a mio parere) rispetto all’innesto a spacco o cuneo. Più difficili da praticare e anche meno diffusi sono gli innesti per approssimazione. Innesti a incastro, a cella, a linguetta, a ponte… i tipi di innesto sono davvero numerosi!

Per agevolare l’attecchimento e far combaciare meglio le due parti delle piante, è possibile utilizzare del mastice e una rafia. A livello descrittivo la pratica dell’innesto può essere divisa in poche semplici fasi:

  1. Far combaciare i due margini farmandoli con l’apposita rafia (in mancanza della rafia utilizzare del semplice nastro isolante)
  2. Fissare le due estremità con il mastice
  3. Attendere il successo dell’innesto: il segnale più eclatante sarà la comparsa di nuovi germogli

Per le istruzioni più dettagliate potete accedere al nostro approfondimento sull’innesto a gemma, disponibile a questo indirizzo.

Attrezzatura per innestare le piante: coltelli, forbici e innestatrici

Ogni tipo di innesto necessita di un attrezzo specifico. L’innesto a triangolo è particolarmente adatto agli alberi da frutto, primi tra tutto melo, pero, albicocco, susino, ciliegio e cotogno. Il coltello per l’innesto a triangolo presenta lame ad angolatura fissa così da consentire un’incisione perfetta del portainnesto favorendo un più rapido attecchimento della marza.

Un coltello da innesto a triangolo con lama in acciaio di prima qualità è proposto su Amazon al prezzo di 24,10 euro con spese di spedizione comprese nel prezzo. Il prezzo scende a 17,20 euro per chi decide di acquistare altri attrezzi da innesto e articoli da giardinaggio firmati Ausonia.

Il coltello da innesto con la lama squadrata si presta bene per innesto a scudetto o a gemma, a cuneo e per innestare specie semi-legnose e legnose. Un buon coltello da innesto classico, con lama in acciaio firmata Rolson è proposto su Amazon al prezzo di 14,21 euro con spedizione gratuita.

Forbici da innesto

Più costose dei coltelli sono le forbici da innesto. Le forbici da innesto consentono di realizzare un’incisione con più facilità: non bisogna avere nessuna particolare dote manuale per poter fare l’innesto! Grazie alle forbici tutti possono realizzare anche il più difficile innesto a omega.

Tra le varie proposte d’acquisto vi segnalo quelle che sembrano essere le forbici da innesto dal miglior rapporto qualità/prezzo:

Queste forbici da innesto consentono di ottenere con facilità tagli a omega, a spacco e a incastro (tagli a U, a V e a omega), inoltre è dotato di due lame supplementari e delle classiche lame per la potatura della pianta. Le forbici da innesto citate hanno caratteristiche analoghe.

Realizzate in acciaio e plastica resistente. Il sistema di taglio per l’innesto è particolarmente indicato per innestare piante da frutto anche se si adatta bene su rami legnosi (rose, vite e altre piante ornamentali). Entrambi i prezzi indicati prevedono spese di spedizioni gratuite. Sebbene vengano presentate come attrezzi da innesto professionali, queste forbici non riescono a spingersi oltre il centimetro di diametro.

innestatrice professionale

Innestatrice professionale

Chi intende innestare con marze e portainnesti dal diametro di 2 cm dovrà acquistare una vera innestatrice professioanle.

Un buon prodotto dall’ottimo rapporto qualità prezzo è l’innestatrice manuale professionale Stocker, proposta su Amazon al prezzo di circa 37,80 euro compreso di spese di spedizione. Questa innstatrice professionale consente di tagliare rami fino a 2 cm di diametro praticando solo il taglio a V, quindi a lame fisse che potranno essere cambiate solo una volta consumate.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 luglio 2013