Impianto a goccia Fai da te, le istruzioni

impianto a goccia fai da te

Come realizzare un impianto a goccia fai da te per l’irrigazione delle piante nell’orto, sul balcone o della siepe. Dai kit da assemblare al fai da te.

Un impianto a goccia fai da te si costruisce con poco! Se vi state chiedendo come costruire un sistema di irrigazione a goccia siete nel post-o giusto. Un impianto goccia fai da te è utile per l’orto, le coltivazioni in pieno campo e risulta particolarmente comodo per balconi e terrazzi. Oggi scopriremo come costruirlo con il fai da te.

Grazie all’uso combinato degli impianti a goccia e timer per l’irrigazione, è possibile gestire le coltivazioni con il minimo dispendio idrico e fornire acqua alle radici anche nei periodi di assenza del padrone di casa. Ciò vi consentirà di irrigare l’orto durante le vacanze estive e, al rientro, trovare un bel raccolto senza brutte sorprese.

Per costruire un impianto goccia fai da te è necessario conoscere:

  • La planimetria della zona da irrigare
  • Il numero dei vasi da irrigare o delle piante dell’orto
  • In caso di impianto di irrigazione a goccia su terrazza o balcone, vi servirà conoscere la posizione di porte e finestre.
  • La posizione del punto di presa dell’acqua.

Per costruire un impianto di irrigazione a goccia fai da te occorrono:

  • Cesoie da potatura per tagliare i tubi
  • Trapano con la punta “morbida” da 6 mm (o dal diametro dei collaterali)
  • Graffette per fissare il tubo portante alla parete/ringhiera (in caso di impianto su terrazza o balcone)
  • Timer per l’irrigazione con programmatore
  • Sdoppiatore per allacciare un tubo portante per l’impianto a goccia e un tubo d’acqua per altre esigenze (lavare il balcone, attingere all’acqua…)
  • Eventuale riduttore di pressione
  • Tubo semi-rigido in polietilene da 16 mm o un microtubo morbido da 4×6 mm ***
  • Gomiti, tee e manicotti
  • Gocciolatori per la distribuzione dell’acqua
  • Eventuali moduli distributori e moduli terminali
  • Eventuale tubo flessibile

***Il tubo semi-rigido è ottimo in caso di un impianto a goccia destinato alle coltivazioni a cielo aperto, per i balconi è più indicato un microtubo morbido da 4×6 mm.

Se vi è difficile reperire questo materiale, sappiate che in commercio vi sono dei kit di assemblaggio che prevedono un determinato numero di gocciolatoi, raccordi e un buon metraggio di tubo.

irrigazione a goccia fai da te

Per esempio, su Amazon un kit con tubo da 25 metri e gocciolatoi predisposti per 30 piante, si compra con 18,99 euro e spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni vi rimando alla scheda prodotto: kit da 30 gocciolatoi per sistemi a goccia.

Vi ho segnalato questo kit per diversi motivi, in primis ha un ottimo rapporto qualità prezzo e poi i gocciolatoi possono irrorare acqua sia a goccia che a pioggia, così da adattarsi anche a particolari bonsai o piante ornamentali. Poi c’è da dire che si tratta di un kit piuttosto versatile, cioè si può raccordare a tubi pre-esistenti e ogni anno si può riadattare alla nuova coltivazione. Certo, questo lo fanno un po’ tutti i kit (basta avere un po’ di senso pratico), quindi scegliete voi quello che più rispecchia le vostre esigenze.

Il kit per l’irrigazione a goccia fai da te può essere collegato a un timer da acquistare a parte. I timer possono essere più o meno costosi in base alle performance offerte.

Irrigazione a goccia fai da te senza kit

Se avete acquistato singolarmente il materiale indicato nell’elenco in alto, le istruzioni per l’assemblaggio sono quelle che seguono.

Il tubo portante deve essere collegato alla centralina (timer) e al riduttore di pressione per mezzo di un tubo flessibile corto (lungo circa un metro) , l’allacciamento del flessibile può essere realizzato con un raccordo diritto, con un raccordo a gomito o con un raccordo a tee a seconda delle esigenze.

Al tubo portante possono essere agganciati i raccordi mediante foratura diretta (con il trapano si operano dei fori dal diametro dei tubi gocciolatori per realizzare le cosiddette olivette), in alternativa si possono impiegare degli appositi moduli distributori che hanno il vantaggio di poter essere gestiti singolarmente.

1. Inserite lo sdoppiatore, la centralina, il riduttore di pressione.
2. Collegate il tubo flessibile al gruppo della centralina
3. Montate il sistema di irrigazione utilizzando i moduli e i raccordi
4. Se necessario fissate la rete alle strutture del terrazzo
5. Preparate i gruppi di gocciolatori pianta per pianta
6. Connettete il tubicino d’uscita al modulo distributore (o al foro del tubo) e portatelo fino alla pianta.
7. Collegate il gocciolatore al tubicino. Fissate i gocciolatori con le astine.

Impianto a goccia fai da te

Un sistema di irrigazione a goccia garantisce un buon risparmio idrico sia per l’irrigazione dell’orto sia quando si tratta di siepi e piante ornamentali.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 30 giugno 2017