Lagerstroemia, coltivazione e cure

Lagerstroemia concimazione coltivazione cure fioritura potatura

Lagerstroemia, coltivazione e cure: potatura ad alberello o a cespuglio, concimazione e varietà da coltivare in giardino. Tutte le informazioni utili per il perfetto mantenimento della pianta.

Lagerstroemia indica

Il suo nome botanico è Lagerstroemia indica, il nome le fu dato da suo primo osservatore, Magnus Von Lagerstroem che la importa in Europa dall’Asia. Parliamo, infatti, di una pianta di origine asiatica.

Per la sua resistenza alla potatura, la lagerstroemia può assumere diverse forme di allevamento. Nei giardini italiani, infatti, possiamo osservare:

  • lagerstroemia ad alberello
  • lagerstroemia a cespuglio

Parliamo di una specie a foglie caduche, cioè verso l’autunno si spoglia completamente. Le foglie sono di un verde intenso, ovale e acuminate. Prima di perdere le foglie, in autunno, queste assumono una colorazione rossastra molto decorativa.

Chi ha un giardino molto piccolo può coltivare la lagerstroemia nana che raggiunge un’altezza massima di un metro. La lagerstroemia nana è una varietà molto interessante perché nonostante la sua altezza ridotta, la fioritura è identica a quella della varietà più grande! Della lagerstroemia nana vi consiglio la varietà Lagerstroemia indica “Petite Emberg” con fiori rosa  o la lagerstroemia bianca L. indica Petite Snow. La lagerstroemia bianca nana è un autentico spettacolo della natura!

Lagerstroemia, fioritura

La pianta dà il meglio di sé a inizio estate, quando iniziano a sbocciare i suoi grossi fiori. I fiori presentano petali crespi che, in base alla varietà, possono essere singoli o doppi. I fiori sono riuniti in infiorescenze a pannocchia che creano una splendida macchia di colore: la fioritura è apicale quindi l’effetto ottico è quello di una pianta completamente ricoperta di fiori.

Lagerstroemia, coltivazione e cure

La pianta è facile da coltivare perché presenta esigenze limitate. E’ una specie rustica che resiste al freddo: si può coltivare a cuor leggero anche nei giardini dell’Italia settentrionale dove le temperature scendono spesso sotto zero.

Via libera anche per chi abita nel Meridione: la lagerstroemia non soffre il caldo!

Per poter avere abbondanti fioriture, è necessario coltivare la pianta in una posizione soleggiata. Posta a mezz’ombra, la pianta resisterà egregiamente ma avrà fioriture stentate.

L’unica condiziona e fornirle un terreno drenante che non sia acido o asfittico.

Concimazione

Come premesso, non parliamo di una pianta esigente, tuttavia per ottenere abbondanti fioriture e accrescere le dimensioni dei fiori, vi consigliamo di somministrare un concime a lenta cessione. Tra le varie formulazioni di concimi disponibili vi consiglio di scegliere un composto che al classico rapporto Azoto Fosforo Potassio (NPK) riesca ad aggiungere anche Magnesio per supportare ulteriormente la fioritura.

Tra i vari concimi disponibili sul mercato vi segnalo i pratici bastoncini NPK + Mg da somministrare alla pianta, nell’ideale, in primavera oppure già a fioritura avviata per interventi di emergenza.

Il concime di cui vi ho parlato si può comprare su Amazon al prezzo di 4,66 euro con spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni: Concime in bastoncini.

Se concimate a marzo, ripetete la concimazione a giugno così da concimare due volte in un anno. Se concimate in agosto, non ripetete la concimazione dopo tre mesi perché la pianta si sta preparando alla perdita delle foglie quindi attendete alla primavera successiva per ripetere la concimazione.

Attenzione!
Se in casa avete già un concime universale per piante verdi o piante da fiori, potete somministrare quello ma… attenti che non siano per piante acidofile come camelie e ortensie che assolutamente non sono adatti per la lagerstroemia!

La concimazione è fondamentale per ogni pianta perché consente alle cellule vegetali di difendersi al meglio da diversi fattori di stress (siccità, vento, parassiti, temperature alte o basse…).

Lagerstroemia, potatura

La potatura si esegue una volta all’anno. Il periodo per potare la lagerstroemia? Quando la pianta ha perso ormai tutte le foglie, a fine autunno o in inverno. Si interviene quando la pianta è spoglia così da vedere meglio i rami da tagliare.

Potare la lagerstroemia a cespuglio

In caso di lagerstroemia a cespuglio si esegue eliminando i rami secchi e rovinati. La potatura, nella lagerstroemia  a cespuglio va eseguita per arieggiare la pianta e consentire quindi il passaggio di aria tra la vegetazione estiva.

Potare la lagerstroemia ad alberello

La potatura della lagestroemia ad alberello dovrà essere più accurata. Per ottenere una chioma tonda e ordinata è necessario tagliare tuti i rami che si sviluppano alla base o lungo il tronco. La lagestroemia, se non potata, assumerà andamento a cespuglio quindi pulite i fusti dai rami e accorciate di pochi centimetri i rami che sporgono dalla chioma.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 giugno 2017