Il Portale del Turismo Responsabile

State pianificando una vacanza per il 2012? Questo è il momento perfetto, non di certo per la situazione economica ma per i progressi che sono stati fatti nel settore dell’ecoturismo. Se siete alla ricerca di un’avventura o semplicemente volete rilassarvi, ci sono mete per tutti i gusti. Sono tante le scelte che si possono fare e il turismo responsabile può soddisfare tutti.

Fare turismo responsabile significa viaggiare in modo consapevole, portare a casa un autentico bagaglio di preziose esperienze. Il turismo responsabile si preoccupa delle comunità locali, così come della conservazione della fauna selvatica e dell’ambiente. Sempre più agenzie di viaggio nel globo mettono a disposizione del viaggiatore un tour operator green ma se dove abitate manca, provate a dare un’occhiata al portale ResponsibleTourism.org

Il portale mette a disposizione circa 1300 itinerari turistici, dal mare con tanto sole, windsurf e relax ai viaggi in fiume su kayak. Itinerari per ciclisti, passeggiate a cavallo, trakking in montagna e così via. Il sito vi porterà con pochi semplici click sulle montagne del Kilimanjaro, nelle Galapagos o vi farà scoprire la ricca cultura del Medio Oriente, tutti i viaggi sono pensati per rispettare le comunità locali e i valori paesaggistici così come la fauna selvatica. Vediamo insieme qualche itinerario naturalistico offerto dal portale:

Perù, le vacanze dello sportivo. Il pacchetto di 16 giorni costa 1699 £, pari a circa 2000 euro. E’ il pacchetto perfetto per chi ama l’avventura ed è alla ricerca di una sfida. L’itinerario prevede uscite in canoa, mountain bike, trekking e visite presso le montagne delle Ande peruviane.

Il visitatore farò il famoso Cammino Inca lungo la foresta pluviale con l’esplorazione della famosissima Machu Picchu. Uscirà in zatterà e attraverserà fiumi selvaggi.

Il viaggio è basato sul turismo responsabile, quindi garantisce il minimo impatto ecologico. Il turista sarà guidato da personale nativo del luogo, utilizzerà mezzi di trasporto locale e soggiornerà in un hotel gestito da un abitante del luogo. Con il tour appena presentato, si avrà la possibilità di visitare due patrimoni dell’UNESCO, cioè lo storico santuario di Machu Picchu e la città di Cuzco. Le escursioni, inoltre, supporteranno organizzazioni no-profit come l’Inca Porter Project (IPP) e Inti Runkunaq Wasin (la casa del Popolo del Sole).

Il sito inoltre offre molte tipologie di viaggi interamente supportati da organizzazioni no profit, in tal modo si avrà la possibilità di viaggiare in modo responsabile e contribuire alla crescita di enti di benefiscenza. Per esempio, scegliendo come meta Zambia, si potrà scegliere di trascorrere tre giorni a fare volontariato presso una scuola o un centro per bambini sieropositivi a Lusaka. Di certo una volta in Zambia non mancherà una full immersion nel flora e fauna locale con un safari e gite lungo i fiumi Zambesi.

Il tour in Africa non solo vi darà modo di apprezzare le bellezze naturali locali, ma vi offre la possibilità di aiutare le popolazioni di un Paese che purtroppo non si è ancora avvicinato al progresso. Vi metterà a stretto contatto con le realtà locali e vi mostrerà i centri di comunità dei malati di AIDS, le decadenti scuole e il sorriso dei bambini africani.

Gli alberghi dove soggiornerete sono equo-solidali e andando in Africa aiuterete la situazione economica locale.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 febbraio 2012