Hybrid Air, tra benzina e aria compressa

La Citroen, in occasione del salone di Ginevra, ha presentato una nuova soluzione full hybrid che utilizza idraulica insieme all’aria compressa. Tale tecnologia garantisce prestazioni più che allettanti con meno di 3l/100 km senza la necessità di batterie supplementari così da ridurre ulteriormente l’impatto ambientale, offrire un prezzo con consumi ancora più accessibili e aumentare la spaziosità di bordo.

La tecnologia presentata da Citroen si chiama Hybrid Air ed è stata studiata per i veicoli commerciali e per le vetture di segmento B e C, ovvero per le piccole utilitarie e per le berline di medie dimensioni. Hybrid Air è stata sviluppata in collaborazione con il gruppo Bosh.

In cosa consiste la tecnologia Hybrid Air?
La tecnologia Hybrid Air unisce la motorizzazione a benzina a un sistema di stoccaggio dell’energia sotto forma di aria compressa; un insieme composto da due motopompe idrauliche e una trasmissione automatica, che utilizza un treno epicicloidale.

In che modo cambierà l’esperienza di guida?
Per ottimizzare il dispendio energetico, il conducente potrà scegliere tra tre modalità di funzionamento. Una modalità a zero emissioni nocive, detta “modalità Air”, una modalità a benzina in cui interviene solo il motore termico come avviene con le auto convenzionali e una modalità combinata che abbina la potenza del motore termico alla potenza dell’aria compressa. La modalità zero emissioni è perfetta per i centri urbani e consente una velocità fino a 70 km/h.  La modalità termica è indicata per ambienti extraurbani mentre la modalità combinata interviene in particolare in ripresa e in caso di forti accelerazioni, con un effetto boost immediato e una potenza di 90 kW.

Hybrid Air è un sistema essenzialmente meccanico, pertanto non richiede operazioni di manutenzione e facilita il riciclaggio al momento della rottamazione del veicolo. Al Salone di Ginevra i visitatori potranno ammirare la C3 Hybrid Air.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 febbraio 2013