Harmonius Mobility Network

Come dovrebbe essere gestito il trasporto urbano per avere città prive di traffico e smog?
La Toyota ha accettato la sfida e ha lanciato un programma di mobilità sostenibile che “rappresenta una rete di trasporto armoniosa” che limita le congestioni stradali e aumenta il livello di armonia tra gli automobilisti. I mezzi pubblici sono più ecologici delle auto private ma è un vero stress dover aspettare coincidenze e bus.



L’esperimento lanciato da Toyota si chiama Harmonius Mobility Network, abbreviato con le sigle “Ha:Mo“. Il programma Toyota si basa su due linee, la prima sfrutta veicoli elettrici offerti in sharing, la seconda sfrutta mezzi di trasporto pubblico. Entrambe le linee possono essere gestite comodamente dal proprio smartphone!

Mediante un’applicazione l’utente può effettuare la scelta ottimale in base al tragitto da percorrere. Si analizza un mix di vari mezzi di trasporto come treni, autobus, taxi e “coms“… L’app tiene conto anche della congestione del traffico. Il sistema fornisce informazioni sui parcheggi, sulla disponibilità di posti auto etc.

Ha:Mo, offre un servizio che consente la gestione ottimale del traffico urbano ma anche una flotta di veicoli elettrici come mezzi di trasporto alternativi che aiuteranno l’utente a spostarsi da una stazione all’altra. La mobilità urbana, con Ha:Mo, riesce a integrare le esigenze individuali con le linee dei trasporti pubblici. La flotta di veicoli elettrici è composta da auto ultra-compatte. Il modello utilizzato è il veicolo elettrico COMS della Toyota.

Per il primo anno, Toyota offre l’utilizzo del COMS senza alcun costo. Attualmente il programma Harmonius Mobility Network è limitato a 100 persone ma presto sarà ampliato a 1000 cittadini che dovranno dividersi una flotta composta da 100 veicoli elettrici. La Toyota, per migliorare l’efficienza del suo servizio, ha implementato un sistema energetico di gestione dei dati (EDMS) il cui scopo è quello di ridurre complessivamente il consumo energetico del trasporto.

Il progetto Toyota City dimostra l’avanguardia tecnologica del Giappone. Come se non bastasse, presto la Yamaha scenderà in campo introducendo moto elettriche e altri mezzi di traporto per i pendolari nipponici come biciclette a pedalata assistita.

Pubblicato da Anna De Simone