Giornata Mondiale del vento

Ieri, 15 giugno 2012, è stata la Giornata Mondiale del Vento, l’evento che celebra la più antica fonte di energia rinnovabile. In Italia, nonostante la crisi economica, l’eolico si conferma stabile e mira ancora alla crescita.

Il 2011 si è chiuso con un aumento della potenza installata allacciata alla rete di 950MW, seguendo il trend positivo del 2010, e l’occupazione è attualmente di circa 30.000 addetti, con una crescita media annua di circa 5.000 unità. In occasione della Giornata Mondiale del Vento, oggi e domani -16 e 17 giugno-, gli italiani avranno la possibilità di effettuare visite guidate nei parchi eolici della propria città.

Nonostante la netta crescita e la potenza allacciata alla rete, l’energia eolica è troppo spesso al centro di numerose polemiche riguardo il presunto impatto negativo delle turbine sull’avifauna e sui beni paesaggistici.

A tal proposito, Legambiente, in collaborazione con l’Associazione nazionale energia del vento, ha stabilito un protocollo di monitoraggio per tenere sotto stretta osservazione l’eventuale impatto delle turbine sull’avifauna. L’eolico è un settore importante per l’Italia e a confermarlo sono le parole di Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente, il quale ha fatto notare:

Puntare sull’eolico è nell’interesse di un Paese come l’Italia, perché permette di ridurre le importazioni di fonti fossili e la produzione da impianti inquinanti che sono, oltretutto, la ragione principale degli aumenti in bolletta avvenuti negli ultimi 10 anni in Italia“.

Photo Credit | planetmattersandmore.com

Ti potrebbe interessare anche la Rosa dei venti

Pubblicato da Anna De Simone il 16 giugno 2012