Giornata Mondiale del Bacio

giornata mondiale del bacio

Giornata Mondiale del Bacio, non solo per romanticismo, è una ricorrenza da festeggiare: un bacio fa produrre al nostro corpo una grande quantità di ormoni e adrenalina, dopamina e serotonina sono in grado di regalarci sensazioni di benessere e gioia.



Non da trascurare anche il beneficio in termini di salute che riguarda la prevenzione di alcune malattie: lo scambio di batteri che un bacio, innocente o meno, composta, scatena in noi la produzione di anticorpi fondamentali. Per finire – e c’è chi ha calcolato addirittura le calorie spese – il bacio mette in azione molti muscoli. Dopo aver privato del tutto o quasi, di poesia, il celebre gesto del bacio, torniamo a festeggiarlo con meno cinismo.

Giornata Mondiale del Bacio: quando si festeggia

La Giornata Mondiale del Bacio è il 6 luglio, è una ricorrenza nata in Gran Bretagna nel 1990 per ricordare quanto può significare e cambiare le nostre vite e le singole giornate un bacio. Un gesto semplice e anche veloce, ma tra i più fondamentali e universali che esistano al mondo.

Detta anche World Kiss Day, la Giornata Mondiale del Bacio celebra l’amore in ogni sua accezione, e più in generale è un inno ai piccoli atti semplici che cambiano il mondo. Il 6 luglio ci richiama ad una piccola riflessione su come spesso non è necessario fare plateali, “gridate” e ostentate dimostrazioni per trasmettere un sentimento puro, semplice e prezioso. Nella Giornata Mondiale del Bacio abbiamo tutto il tempo e i modi di toccare con mano come l’essenzialità di un bacio, anche in silenzio, dice più di molti altri gesti, azioni e frasi di cui l’umanità tutta comincia ad essere stufa.

giornata mondiale del bacio

Giornata Mondiale del Bacio: iniziative

Flash mob di baci, con abbraccio o meno, iniziative di marketing e organizzate da associazioni onlus, appuntamenti locali o universali, virtuali o nella piazza della propria città: la Giornata Mondiale del Bacio richiama più di molte altre giornate mondiali, essendo facilmente amabile e apprezzata all’unanimità o quasi.

Non è necessario fare qui eco delle tante iniziative standard organizzate ogni anno per il 6 luglio, preferisco invece suggerire qualche trovata più originale e naturalmente green. Scontata, ma concedetemelo, perfettamente a tema, una escursione nel Parco Nazionale delle Cinque Terre per percorrere mano nella mano, anche se sudate, la via dell’Amore.

Per chi è bloccato in città, niente gita ma non ci sono scuse per non presentarsi nella Giornata Mondiale del Bacio con un mazzo di fiori. E se si vuole scegliere il migliore, il più adatto al tipo di amore che vogliamo comunicare, ecco: dobbiamo studiare l’articolo “Il significato dei fiori”.

Per i più golosi, una scorpacciata di Dolci di pasta sfoglia e cioccolato e, almeno nella Giornata Mondiale del Bacio, zero sensi di colpa.

giornata mondiale del bacio

Il significato del bacio

Viaggiando per il mondo ci accorgeremo che il bacio ha vari significati anche estremamente diversi l’uno dall’altro. La giornata mondiale del Bacio, cade sempre il 6 luglio, ma quanto a ciò che può accadere e significare, dipende da dove siamo. In generale, soprattutto in Occidente, il bacio è collegato all’amore, alla tenerezza, all’affetto, ma anche a sentimenti di simpatia, lealtà, gratitudine, compassione, gioia o dolore.

Basta andare in Giappone, o in Malesia, però, perché il mondo, nella Giornata Mondiale del Bacio, si rovesci. In questi paesi o non ci si bacia in pubblico per rispetto o addirittura non ci si bacia perché è proibito per legge, al contrario in India lo si fa eccome, anzi, ed è uno scambio di anime perché il respiro contiene il nostro spirito.

C’è poi la fama storica del bacio “alla francese” di cui già Aristofane cantava le lodi, e viaggiando nel tempo invece che nello spazio, di epoca in epoca troviamo il bacio interpretato nei più svariati modi. Non c’era ancora la Giornata Mondiale del Bacio ma nel Medioevo c’era l’abitudine di baciarsi per salutarsi mentre nell’ottocento addirittura è stato stilato un “galateo dei baci”. Non sono però mancati periodi dove il bacio era quasi tabù, oggi più che tabù, è troppo inflazionato come gesto e spesso risulta spogliato dei suoi antichi significati.

giornata mondiale del bacio

Frasi e aforismi sul bacio

Lascio la parola a celebri penne e voci per qualche ottima suggestione da cui lasciarsi ispirare per prepararsi alla Giornata Mondiale del Bacio.
Se per baciarti dovessi poi andare all’inferno, lo farei. Così potrò poi vantarmi con i diavoli di aver visto il paradiso senza mai entrarci. (William Shakespeare)
E ti bacio la bocca bagnata di crepuscolo. (Pablo Neruda)
Baciare qualcuno per la prima volta è sempre una specie di miracolo, un viaggio inebriante lungo le rapide di uno strano fiume. (Peter Cameron)
Mi ha accarezzato i capelli e il mio cuore ha martellato così forte che ho pensato: se mi bacia, muoio. (Stefano Benni)
Un uomo che riesce a guidare in modo sicuro mentre bacia una bella ragazza semplicemente non sta dando al bacio l’attenzione che merita. (Albert Einstein)
L’amore è vivere duemila sogni fino al bacio sublime. (Alda Merini)
Dovresti essere baciata e da qualcuno che sa come. (Dal film “Via col vento”)
Il bacio è il modo più sicuro di tacere dicendo tutto. (Guy de Maupassant)
Il bacio. Primula nel giardino delle carezze. (Paul Verlaine)

Il Bacio di Klimt

Una delle opere d’arte più legate al bacio, e che è inevitabile utilizzare per la Giornata Mondiale del Bacio, magari come sfondo del pc o immagine di copertina sui social, è il dipinto “Il bacio” (Der Kuss) di Gustav Klimt. Olio su tela realizzato nel 1907-08 è conservato nell‘Österreichische Galerie Belvedere di Vienna, è quadrato e ha al centro un uomo ed una donna inginocchiati nell’atto di abbracciarsi, “appoggiati” su un prato ricco di fiori colorati.

A far da sfondo, annullando la prospettiva, un colore oro. A parte i volti, le mani e le gambe della donna, il resto delle due figure umane è coperto da vestiti molto lussuosi. Ad esprimere al meglio l’essenza della Giornata Mondiale del Bacio in questo quadro è la donna che, con gli occhi chiusi e la sua espressione estatica, ci ricorda il lato sensualità ed erotico del gesto.

giornata mondiale del bacio

Il Bacio di Hayez

Senza voler trascurare quello di Amore e Pische di Canova, un altro bacio che voglio citare è quello immortalato da Francesco Hayez nella sua opera che nel 1859 ritrae l’ultimo bacio dato a Giulietta da Romeo. In questo dipinto italiano regna una romantica atmosfera di mistero che ha conquistato il mondo della pubblicità.

Oggi infatti questo quadro, nella Giornata Mondiale del Bacio e non solo, è un’ottima icona romantica. Oltre che in manifesti e gadget, l’opera di Hayez è stata esposta, e quella volta in originale, a Brera il 9 settembre del 1859, pochi mesi dopo l’arrivo di Vittorio Emanuele e Napoleone III a Milano.

Bacio accademico

Non è più in uso oggi, e non è certo tipico della Giornata Mondiale del Bacio ma esiste anche il bacio accademico. E’ forma di encomio solenne conferita in aggiunta alla lode quando si ottiene la laurea. Resta una espressione intrisa di significato simbolico e spesso viene usata come modo di dire per fare cenno ad una sorta di riconoscimento in più rispetto allo standard. E che possiamo ricevere sempre, non per forza il 6 luglio mentre celebriamo la Giornata Mondiale del Bacio.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 5 luglio 2016