Fulbright-BEST: si parte laureati si torna imprenditori

Iniziativa Fullbright-bestSi parte laureati si torna imprenditori. Dopo aver studiato negli USA come nascono e vivono le imprese innovative. Ecco in poche parole il programma Fulbright-BEST promosso dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America rivolto ai giovani italiani laureati, preferibilmente in materie scientifiche. L’iniziativa sarà presentata giovedì 27 settembre a Firenze in un incontro aperto a tutti. Presenti e collaboranti nell’iniziativa: Incubatore Firenze, Università e Comune di Firenze, Regione Toscana.

L’Università italiana è eccellente, intendiamoci, e il nostro tessuto imprenditoriale è mediamente vivace, anche se mal supportato a livello di sistema. Il respiro internazionale però un po’ manca e oggi non si fa impresa se non si guarda al mondo intero. Ecco perché perfezionare gli studi in USA, dopo essersi laureati in Italia, può dare quella marcia in più che serve per fare innovazione e impresa. Soprattutto se la materia di studio è proprio il “fare impresa”. L’importante è che finito di studiare si torni in Italia, senza lasciare le idee green (nel senso di buone)  in America.

Fulbright-BEST è un programma promosso dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America, nato nel 2006 con l’obiettivo di stimolare lo spirito imprenditoriale quale motore della crescita economica in Italia. Le borse di studio in palio sono finalizzate a frequentare un anno accademico (8-10 mesi) presso Università negli Stati Uniti che offrano Certificate, Diploma, Master or MBA Programs in Entrepreneurship.

Fulbright-BEST prevede un grant di 35.000 dollari come contributo alla copertura delle tasse universitarie per la frequenza dei corsi e le spese di soggiorno, e il rimborso delle spese di viaggio di andata e ritorno fra la sede di residenza del borsista in Italia e la sede dell’università negli Stati Uniti fino ad un massimo di Euro 1.500. Il numero effettivo di borse di studio dipenderà dall’entità di fondi provenienti dalle donazioni.

Presentazione giovedì 27 settembre a Firenze, dalle 14,30 alle 17, presso il Parco Tecnologico Le Murate di piazza Madonna della Neve. Prevista la presenza del vicesindaco di Firenze, Dario Nardella, di Marco Bellandi dell’Università di Firenze e di Lorenzo Petretto, direttore dell’Incubatore di Firenze. Ospite d’onore e madrina dell’iniziativa, Sarah C. Morrison, Console Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze.

Chi desidera partecipere alla presentazione può inviare conferma: [email protected]

 

 

 

 

Pubblicato da Michele Ciceri il 26 settembre 2012