Enotera, proprietà benefiche

enotera

L’enotera, pianta appartenente alla famiglia delle onagracee, è particolarmente nota per le sue caratteristiche antigonfiore; i suoi principi attivi risiedono nei suoi semi, che risultano essere ricchi di un olio con un’elevata presenza di acidi grassi insaturi e cioè di acido oleico, di acido linoleico e di acido gamma linolenico; sostanze che non possono essere sintetizzate dall’organismo.


Altre sostanze benefiche contenute nell’olio di Enotera sono Potassio, Magnesio, Manganese, Rame, Boro, Ferro, Calcio e Fosforo. L’olio è ancora più salutare grazie all’elevato apporto di Fibre e Vitamine, nonché di Amminoacidi (Arginina, Cistina, Fenilalanina, Glicina, Istidina, Isoleucina, Leucina, Lisina, Prolina, Tirosina e Valina). Gli indiani d’America hanno utilizzato questa pianta per secoli come coadiuvante nel trattare le ferite e come rimedio per i problemi della pelle.

Enotera, proprietà benefiche

Secondo gli esperti, gli oli vegetali presenti nell’enotera, si rivelerebbero efficaci nella cura del colon irritabile inoltre sarebbero in grado di attivare il metabolismo e di ripulire il sangue da trigliceridi e colesterolo.
Sempre a detta degli esperti, il consumo dell’olio di enotera contribuirebbe a ridurre sia il colesterolo cattivo presente nel sangue e sia i livelli di trigliceridi, oltre a poter prevenire l’aterosclerosi. A quanto pare libererebbe i vasi arteriosi, migliorando il funzionamento e la circolazione cardiaca.
Studi approfonditi sembrano confermare l’efficacia dell’olio di enotera in alcune delle malattie dermatologiche, come per esempio l’orticaria, l’acne, la psoriasi e la dermatite atopica.

Enotera, impiego

Per poter usufruire completamente delle loro proprietà, gli integratori a base di enotera sotto forma di perle, andrebbero assunti con regolarità nella quantità che va dalle due alle quattro perle di olio da cinquecento milligrammi durante l’arco dell’intera giornata. Il momento migliore per la loro assunzione dovrebbe essere durante i pasti.
In alternativa andrebbero assunte una o due perle di olio di enotera da 1300 milligrammi sempre nelle modalità suggerite. Il trattamento dovrebbe avere una durata di due mesi.

Enotera, dove acquistarlo

L’enotera è reperibile in erboristeria e nei negozi che trattano prodotti biologici sotto forma di perle di olio, che andrebbero assunte rispettando le indicazioni riportate nelle varie confezioni. L’olio di enotera. I prodotti a base di enotera possono essere acquistati anche tramite il comodo utilizzo di internet.

Enotera, controindicazioni

Prima dell’assunzione è bene consultare il proprio medico, dato che potrebbero andare ad interagire con patologie preesistenti oppure con altri farmaci. L’olio estratto dai semi di enotera è controindicato in caso di epilessia; può infatti interagire con i farmaci neurolettici. Una sua assunzione eccessiva può inoltre provocare allergie, nausea e mal di testa, pertanto è sempre consigliabile assumerlo nelle dosi indicate.

Olio di enotera, dove trovarlo

L’olio di enotera si può acquistare in erboristeria, in farmacia o sfruttando la compravendita online. Su Amazon un flacone da 180 capsule concentrate di olio di enotera, si comprano con 17,25 euro con spese di spedizione gratuite.

Link utili: Capsule Olio di Enotera Extraforte

In questo caso, il dosaggio consigliato è di 2 o 3 capsule da assumere, preferibilmente, dopo i pasti. Le capsule sono arricchite con vitamina E.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 Maggio 2015