Energia elettrica dalle patate

energia dalla patata

Energia elettrica dalle patate: è possibile preparare una pila in casa e produrre elettricità da una patata o da un limone. Ecco come fare.

In questo articolo non parleremo dell’elettricità prodotta dagli scarti organici, ne’ di batteri in grado di produrre idrogeno a partire da una patata; in questa pagina vedremo come costruire una pila in casa con un semplice limone o con una patata.

Energia dalla patata, come funziona?

Sentiamo parlare di accumulatori al litio, pile alcaline, batterie al nickel… tutte queste tecnologie sfruttano il medesimo meccanismo di funzionamento semplificato con il modello della pila di Volta. Il principio è semplice: due metalli entrano in contatto attraverso un liquido detto “elettrolita”. Nella soluzione elettrolitica sono contenute le cariche che con il loro movimento originano la corrente elettrica.

I due elementi metallici sono chiamati elettrodi, sono collegati tra loro mediante un filo conduttore mentre la componente metallica è immersa nella soluzione elettrolitica innescando un flusso di corrente. Nel nostro esperimento per produrre elettricità dalla patata, sarà questo tubero a rappresentare la soluzione elettrolitica. Abbiamo quindi bisogno di due elettrodi per consentire il passaggio di corrente tra due metalli mediante una soluzione elettrolitica.

Cosa serve per produrre energia dalle patate?

Anche se la pila alla patata è la più popolare, consigliamo di svolgere tale esperimento con altri ortaggi o con della frutta, il limone è perfetto per questo esperimento perché ha una componente acquosa rilevante. Potete usare anche delle olive, un’arancia…! Date libera espressione alla vostra curiosità.

Ecco cosa serve per costruire una pila in casa

  • Patata o limone -> il nostro elettrolita
  • Due barre di alluminio -> il nostro elettrodo negativo
  • Due barra di rame -> il nostro elettrodo positivo
  • Fili di rame -> per il collegamento
  • Un voltometro -> ci servirà per rilevare la corrente elettrica prodottain alternativa potete usare un piccolo dispositivo elettrico da alimentare

In sostituzione degli elettrodi citati, potete usare un chiodo zincato e una monetina da cinque centesimi di euro. Le monete da cinque centesimi sono abbastanza grandi da funzionare come elettrodo positivo (catodo) perché realizzate in una lega di rame. In questo caso dovrete curare con maggiore attenzione il collegamento realizzato con i fili di rame.

Come procedere per produrre energia dalla patata o dal limone

  1. Prendete la patata (o il limone) e spaccatela a metà.
  2. Collegate due elettrodi (uno positivo e l’altro negativo) con il filo di rame.
  3. Collegate gli altri due elettrodi (uno positivo e l’altro negativo) al voltometro o alla sveglia da alimentare.
  4. Assicuratevi di inserire bene i due elettrodi nelle sezioni del vegetale così come mostrato nella mia foto da instagram.
  5. Se usate il voltometro, abbassate il tasto T e noterete, sul display, un valore che indica la presenza della tensione generata dalla vostra pila fai da te. Se, invece, usata una piccola sveglia o un orologio, noterete che entrerà in funzione alimentato dalla corrente elettrica generata dal limone o dalla patata.

La patata (o il limone) correlata dagli elettrodi, funziona come una vera e propria pila. La barretta metallica di rame agisce da catodo mentre quella d’alluminio funge da anodo. Il succo della patata così come il succo del limone, dell’oliva o di altri vegetali, si comporta come una soluzione elettrolitica e consente il flusso degli elettroni che spostandosi dal catodo verso l’anodo producono elettricità.

Nella foto in alto è mostrata la copertina di un esperimento istruttivo chiamato Potato Clock, letteralmente “orologio patata”. La scatola comprende tutti i componenti necessari per realizzare un orologio alimentato da ortaggi o frutti. L’oggetto in questione è proposto su Amazon al prezzo 13,89 euro, con spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni sul prodotto vi rimandiamo alla pagina ufficiale: “Orologio a Patata Green Science”. La confezione comprende:

  • un orologio digitale collegato ai due cavi
  • 2 vasi, nastro trasparente
  • 2 barre di rame
  • 2 barre di zinco
  • cavi di collegamento
  • istruzioni

Se vi è piaciuto questo articolo su come produrre energia elettrica dalle patate e limone potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 25 novembre 2015