Eliminare la muffa dai muri esterni

eliminare muffa muri esterni

Eliminare la muffa dai muri esterni: istruzioni per rimuovere la muffa dai muri perimetrali e dai muri in pietra esterni alla casa. Muffe su muri, su pietre dalle fughe dei pavimenti e da strutture varie.

Per risolvere il problema della muffa in modo definitivo, quando si parla dell’ambiente esterno della casa, bisogna eseguire spesso dei controlli. Periodicamente, effettuate una ricognizione osservando lo stato di salute dei muri esterni della casa, se intervenite ai primi cenni di umidità e muffa, eviterete la necessità di interventi più impegnativi.

Se la muffa alberga sui muri esterni da molto tempo, quasi certamente sarà compromessa la finitura superficiale del muro, quindi vi toccherà riverniciare o addirittura rifare l’intonaco. Se intervenite tempestivamente, non dovrete fare altro che eliminare la muffa senza opere di fai da te troppo complesse.

Eliminare la muffa dai muri esterni

Per eliminare la muffa dai muri esterni potete sfruttare un alleato naturale molto efficace, il sole. Rimuovete gli ostacoli che provocano ombra sul vostro muro, quindi se nei pressi di quel muro sono presenti dei vasi spostateli, in caso di aiuole, eseguite un accurato e drastico lavoro di potatura. Una parete esposta al sole, quasi certamente non avrà mai problemi di muffa! Se il muro è esposto a nord o è ombreggiato da ostacoli impossibili da spostare, seguite le istruzioni che seguono.

Cosa serve per eliminare la muffa dai muri esterni 

-Distruttore di muschio
-Idropulitrice (opzionale)
-Pennello
-Spazzola a setole dure

Il distruttore muschio è utile per eliminare la muffa, licheni e muschi sia dalle pareti che dai pavimenti.  Tra i vari prodotti presenti sul mercato vi invitiamo a scegliere un biocida a uso professionale (vedi link utili) come quello proposto su Amazon al prezzo di 39,23 euro con spese di spedizione gratuite. Sull’etichetta se ne raccomanda l’uso a un operatore di settore ma non serve essere esperti in distruttori di muschio e impermeabilizzanti: indossate una mascherina protettiva e dei guanti. Il prodotto può essere spennellato sulle superfici da trattare, aggiunto al serbatoio di un irroratore a spalla o spalmato sul muro con un apposito applicatore spray.

Link utili: Biocida a uso professionale

Il prodotto in questione è efficace contro la muffa su qualsiasi superficie esterna: riesce a rimuovere la muffa dai muri in mattoni, dalle fughe dei pavimenti, dai muri in pietra e addirittura dal legno. Non va diluito e, se da un lato pulisce eliminando la muffa già presente sui muri, dall’altro svolge un’azione a lungo termine andando a impedire la proliferazione biologica di qualsiasi microrganismo (muschi, muffe, funghi, licheni…).

In commercio esistono diversi prodotti biocidi dalle formulazioni più disparate. In genere, però, il procedimento per l’applicazione è il medesimo.

  1. Spruzzate il prodotto sulla superficie con una pompa/irroratrice a spalla, oppure spennellatelo con un pennello o rullo su tutta la superficie da trattare.
  2. Attendete i tempi di attesa indicati in etichetta.
  3. Spazzolate per rimuovere il prodotto o passate dell’acqua ad alta pressione con l’idropulitrice.

Se la muffa ha compromesso l’aspetto del muro

Se non siete intervenuti tempestivamente e ormai l’aspetto del muro è stato compromesso da infiltrazioni, crepe e macchie di muffa estese su gran parte della superficie, dovrete intervenire rimuovendo il vecchio intonaco e riverniciando il muro esterno.

Tutte le istruzioni per rifare il muro, sono disponibili nell’articolo guida Come recuperare un muro esterno. Nella guida citiamo dei materiali standard che voi dovrete sostituire con materiali resistenti alla muffa e all’umidità: scegliete una vernice antimuffa e, al posto del cemento, per la realizzazione dell’intonaco, utilizzate un prodotto tipo mapelastic, ultra resistente a ogni tipo di infiltrazione, compresa umidità di risalita; l’umidità di risalita è la causa più comune della muffa sui muri esterni.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 aprile 2016