Come economizzare in casa

economizzare in casa

Per molte famiglie, economizzare in casa sta diventando quasi d’obbligo per arrivare a fine mese. L’economia domestica è una faccenda delicata e a causa della crisi, sono stati molti gli italiani a rinunciare al riscaldamento elettrico, così si presta sempre più attenzione all’efficienza energetica e alla diminuzione degli sprechi, anche in cucina! Risparmiare è diventato quasi un obbligo e mentre si tenta di economizzare in casa si riesce anche a salvaguardare l’ambiente.

Sono pochi gli italiani a essere davvero consapevoli degli sprechi energetici legati ai loro comportamenti! Il primo consiglio che diamo a chi davvero vuole economizzare in casa è quello di abbandonare lo standby e imparare a spegnere davvero i dispositivi elettrici. I risultati di un’indagine del Politecnico di Milano e Legambiente sono chiari, lo standby fa sprecare centinaia di euro: lasciare il computer acceso 24 ore al giorno può costare 130 euro l’anno, cui vanno aggiunti altri 20 se si lasciano accese anche le casse e 43 euro se non si spegne il monitor Lcd.

A pesare sulla bolletta elettrica sono soprattutto Playstation 3 e X-box, che, racconta Legambiente, sia da spenti che da accesi assorbono quasi la stessa quantità di energia consumando 5 volte di più di un frigorifero efficiente. Lasciare accese queste consolle significa sprecare 250 euro l’anno. I più voraci, anche in standby, sono le fotocopiatrici, stampanti, decoder digitali, i router per collegarsi in rete, i televisori e soprattutto i videogiochi; persino le macchinette del caffè espresso hanno dei costi: lo standby genera uno spreco di denaro di circa 15 euro all’anno.

Così, un uso corretto delle apparecchiature elettriche domestiche potrebbe indurre un risparmio economico di diverse centinaia di euro all’anno. Niente male no?!

Si può economizzare anche sul cibo! Se prima in media si andava al ristorante 3 volte al mese adesso le uscite si sono dimezzate. Suggerirvi di risparmiare soldi sul cibo rinunciando al pub o al ristorante, sarebbe una leggerezza. Il modo migliore per mangiare bene e risparmiare soldi è quello di autoprodurre il cibo. Nel giardino o sul vostro balcone, è possibile coltivare pomodori, patate, peperoncini, zucchine, fragole e tanti altri ortaggi.

Coltivando l’orto potete avviare gruppi di scambio e… un grosso risparmio di soldi si avrà anche facendo qualche accorgimento alla lista della spesa: la prima regola è… evitate gli acquisti in quantità! Le offerte tre x due sono dei succhia soldi da evitare, così come è da evitare “la spesa a caso”. Prima di uscire di casa per fare compere, controllate il frigo e la credenza, stilate una lista della spesa e una volta al supermercato, acquistate solo i prodotti necessari, niente di più!

Pubblicato da Anna De Simone il 28 novembre 2013